E chiarezza Fia

Nel bel mezzo del secondo tempo, mentre zampetta seguendo l’azione, l’arbitro
si ferma, fissa il cielo, pensieroso, per qualche secondo, fischia di colpo e assegna il rigore negato nel primo tempo. “C’ho ripensato: in effetti era contro il
regolamento. Scusate il ritardo: è rigore”. I calciofili esploderebbero. Per gli
appassionati di Formula 1 non ci sarebbe niente di strano. Perchè la nostra
brava Federazione Internazionale è anni che ci abitua al peggio e oggi, a stagione ancora lontana, zac: firma la prima spallata 2012 a una credibilità massacrata ormai da tempo.La faccenda riguarda il nodo tecnico di questi giorni che gli inglesi
hanno etichettato ride-height control system. Quel correttore d’assetto firmato
Lotus (ex Renault), e provato nei test di Abu Dhabi dello scorso novembre, grazie al quale si manteneva costante l’altezza da terra dell’anteriore in fase di frenata. Come? Con un cilindro idraulico sulle sospensioni in grado di reagire alla forza frenante. Mica poco, nonostante la variazione di altezza di una F1 sia solo di una manciata di millimetri.

Ecco: è illegale tuona in queste ore la Fia. Peccato che giusto dieci giorni fa avesse tuonato l’esatto contrario: legalissimo, chi vuole copiarlo faccia pure. Ora, non vogliamo toccare l’aspetto prettamente ingegneristico, mancherebbe, ma quello regolamentare e di comunicazione sì. Mamma Fia, non puoi dire una cosa e contraddirla poco dopo, sennò rischi di esaltare troppo il tuo aspetto prettamente politico. Vai di coerenza o quantomeno di furbizia: conta fino a un tot prima di sventagliare le tue decisioni illuminanti. Di precedenti ne abbiamo a tonnellate, e questo non sembra il modo migliore per ricostruirsi un’immagine.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

8 risposte a “E chiarezza Fia

  1. È chiaro che la FIA ha perso completamente la bussola sui regolamenti…

    @bion93

    Aggiungo che avere un assetto stabile, annulla il trasferimento di carico sull’anteriore – quindi la variazione del centro di gravitá della vettura. Il ché non é affatto poco! 😉

  2. bion93
    Concordo con TouchTooMuch e mister-o, aggiungo solo che se introducono questo apparato tecnico, significa che cronometricamente ci guadagnano, i calcoli li avranno fatti, sono ingenieri.

  3. bion93
    Ciò che ha scritto mister-o è vero. Aggiungo solo che ormai è prassi, da parte dei costruttori, progettare vetture il più leggere possibile, in modo da massimizzare la quantità di zavorra utile a raggiungere il peso minimo consentito (640kg nel 2011).

    Quindi il peso del cilindro idraulico può essere detratto alla zavorra, in modo tale che la vettura pesi cmq 640kg e non un grammo di più.

  4. x bion 93
    Il fatto è che se l’alettone non si abbassa in frenata, si può tenere un assetto anteriore più basso, cosa che altrimenti non sarebbe possibile fare visto il rischio di far toccare l’alettone in terra in frenata.
    Un assetto più basso, anche di pochi millimetri, garantisce un effetto suolo maggiore in curva e una resistenza all’avanzamento minore in rettilineo, cosa che giustifica abbondantemente il peso necessario per il cilindro idraulico.

  5. D’accordissimo sul discorso credibilità; non si può cambiare idea “ogni tanto” sul regolamento. O c’è una regola che lo vieta o non c’è e quindi è legale e l’anno dopo si introdurrà tale regola per sopperire ad una furbata che sfugge al regolamento.

    Comunque mi chiedo anche una cosa “tecnica”, alla quale spero qualcuno possa rispondere per togliermi la curiosità: ma il vantaggio che da una cosa del genere (che evita un abbassamento di pochi MILLIMETRI e quindi un “cambio di assetto momentaneo”, ma così tanto piccolo) non è compensato dal peso di qualche CHILOGRAMMO che la macchina si deve portare dietro tutta la gara? Tra l’altro se la macchina pesa di più ci vuole anche più benzina, quindi in qualifica sul giro secco e a serbatoi scarichi, gli altri non sarebbero incredibilmente avvantaggiati?? Se ti fa guadagnare 1 decimo in ogni curva (SOLO in fase di frenata all’inizio) e te ne fa perdere 2 su ogni uscita di curva (in accelerazione) e/o rettilineo, che senso ha?

  6. Dopo quanto visto lo scorso anno, con i regolamenti a tempo (fino a Silverstone scarichi regolari, a Silverstone scarichi irregolari, dopo Silverstone scarichi irregolari ma concessi) ormai non mi stupisco più di nulla…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *