Sepang, 100 giorni dopo

Sono 100 giorni, 100 giorni esatti. Da quel 23 ottobre ad oggi. Una cifra tonda che sembra un altro segnale. Che unisce la Motogp, scesa in pista questo 31 gennaio per il via dei test, alla MotoGp che lasciò la stessa pista di Sepang 100 giorni fa, senza volerla lasciare.

Nelle notizie, tra i commenti di queste ore, ci saranno i tempi, le gomme, il passo di gara ma il passo indietro sarà inevitabile e costante. Non serve tornare nel luogo della perdita per elaborare un’assenza. Anzi, è peggio. E lo sarà per i compagni di MotoGp che sono tornati in questo paddock per la milionesima volta, senza trovarlo uguale.

Ricominciare da qui come ogni anno, quest’anno sembra un accanimento. Ricominciare da qui, come hanno ricominciato oggi, è però anche un tributo, lieve e fragoroso, esattamente com’era lui.

Un modo per stargli vicino e provare a leggerci un senso, anche se un senso non ce l’ha, come dice il suo cantante preferito.

Cento giorni dopo, su questa pista affrontata 100 volte, sembra di vederlo rientrare ai box, scuotere la testa e farsi una risata, beccando quel pizzico di retorica che inevitabilmente scappa dentro ai ricordi.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

55 risposte a “Sepang, 100 giorni dopo

  1. penso che quando partirà la nuova stagione nel paddok ci sarà la mancanza di quell’odorino di piadina che ha lui piaceva molto !!! e spero che in qualche modo chi gli voleva bene lo ricordi sempre ,ma è talmente scontato che ………

  2. / @soleluna: spero vmanievte di no .sarebbe un insulto. La prendesse un campione del mondo capirei (tipo Bradl per esempio), ma quel testa calda di Iannone proprio no.Bisogna vedere se la San Carlo vuole un pilota italiano

  3. BUTTIAMO BENZINA SUL FUOCO…. REGGIANI HA DEFINITO MEDIASET (MEDA E TERRUZZI) IN PARTICOLARE VEDI GPONE.COM) ROSSI CHANNEL TV TEMATICA NELLA QUALE NON SONO GRADITE OBIEZIONI NEI CONFRONTI DEL DOTTORE….. NESSUNO DELLA REDAZIONE RISPONDE AL REGGIO?!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *