Una botta di vita

Trovare Alonso in testa al mondiale dopo due gare in cui la Ferrari ha collezionato un numero imprecisato di ritardi cronometrici e di critiche, pare un paradosso. E, anche,un segno circa le complicanze misteriose di questo sport. Possiamo star qui a chiederci come mai una macchina che becca un secondo stabile al giro, possa mettere in pista un monologo così strepitoso, possiamo conteggiare gli errori altrui (moltissimi) e le anomalie climatiche, possiamo citare la strepitosa gara della Sauber e di Perez per dare misura di una domenica stramba. Va bene. Anche se resta una sequenza lunghissima di giri in cui Fernando ha dato paga proprio a tutti, comprese le due Red Bull, per la prima volta in vera ombra dopo un anno di soli sorrisi. Molti meriti vanno al Nando, uno che quando fiuta il sangue si trasforma, molti meriti vanno ai ragazzi dei box, protagonisti come in Australia di una serie di soste record. Poi ci sono parecchi dettagli fortunati e anche su questo fronte la Ferrari aveva parecchi crediti da portare a casa visto cosa è accaduto in passato in caso di safety car, pioggia a nastro, ripartente eccetera, eccetera.

Ma adesso, in attesa di una Ferrari più veloce, in attesa di un’altra corsa in salita, in Cina, possiamo applaudire e basta. Ritrovare la Ferrari davanti, nel mezzo della domenica, è una bella notizia, scatena un poco di ottimismo, in un mare di notizie quotidiane che l’ottimismo riducono ai minimi termini. Era una occasione da cogliere. Alonso l’ha colta. Non cambiano le analisi tecniche? Certo, ma il panorama è diverso, ha dentro un tepore da primavera, debole ma salutare.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

28 risposte a “Una botta di vita

  1. @frankiebeerross

    No, no… Sentito molto bene, ed in diretta sulla BBC, Button parlando con l’ingegnere di macchina, ha parlato di comportamento anomalo dei pneumatici…

    Sinceramente, non só cosa vi abbiano passato in rai.

  2. A OTTOVOLANTE non credo che alonso abbia avuto culo ,è solo che come button in queste condizioni ci va à nozze ma sono sicuro che button al suo pit stop le gomme erano ok,erano lì entrambi per il podio .grazie ciao.Vorrei vedere infatti button su una rossa non starebbe male !!!.

  3. @gusemon

    Button, NON é andato in tilt… Quando ha cambiato il musetto, gli hanno montato un set di gomme fallato, o cmq NON all’altezza dello standard! Infatti dopo pochissimi giri, é rientrato a cambiarle nuovamente, per rimontare esattamente lo stesso tipo di gomme!

    Oltertutto, per fare un giro veloce, quando sei 21mo e nel bel mezzo del traffico, vuol dire che sei NETTAMENTE piú veloce! Alonzo aveva pista libera. Gli altri no! 😉

    @Braga88

    Ora tocca a me ricordare qualche “evento”… Mass-Damper, nessuna squalifica (anche se, per me era regolare) – ma da regolamento, la macchina doveva essere squalificata e tolti i punti al pilota. Avvenne anche per la allora Honda, che barava sul peso, immettendo acqua, che poi bruciavano negli scarichi… E lí arrivarono squalifiche e niente gare (2 o 3, non ricordo…) – Invece Alonzo, venne graziato.

    Sospensioni posteriori che si abbassavano in pieno rettilineo… Altra grazia.

    Ma sopratuttto, la piú bella é la grazia ricevuta per l’affaire “spionaggio” McLaren! Con tanto di prova sms e e-mail! Graziato anche quí!

    A me piace Alonzo, e pure tanto! Peró ha sempre avuto un graaaaaaan culo! È innegabile. Non voglio togliere nulla al suo talento, ma accidenti se é fortunato!

    Ahhhhh… Guarda che la Renault/Benetton non aveva mica 70/80 Cv in meno degli altri… Ma “solo” 30/40 e per giunta per precisa scelta dei progettisti, che avevano capito che una erogazione dolce, accompagnata da consumi piú bassi e meno benzina a bordo, era un fattore vincente. Anche la McLaren/Mercedes dei tempi di Hakkinen, aveva soluzioni simili.

    E ti ricordo anche che Alonzo, fece il “tappo” ad Hamilton ai box – CONVERSANDO TRANQUILLAMENTE, MENTRE DIETRO C’ERA HAMILTON! Ovvio, la pole position gli fú levata… 😉

  4. Premettendo che ieri Alonso è stato immenso, bisogna dire che gare come queste, per quanto le preferisca per lo spettacolo e l’adrenalina che riescono a trasmettere, sono del tutto “inutili” per quel che riguarda l’aspetto tecnico, a causa di regolamenti stupidi. Nella massima espressione dell’automobilismo da corsa, trovo veramente STUPIDO non poter intervenire sugli assetti tra le prove e la gara. Tutti sapevano che la domenica sarebbe piovuto, in Red Bull hanno tentato la carta delle gomme dure in partenza per Vettel, avesse cominciato a piovere dopo 15 giri saremmo qui a parlare della genialità del muretto delle lattine volanti. La Sauber volava con Perez, ma che assetto aveva? E Alonso? E tutti gli altri? Dai… onore allo spagnolo in rosso e al messicano per la gara magistrale che hanno fatto, ma andiamoci piano col dire che la Sauber è meglio della Ferrari (che rimane cmq una macchina nn all’altezza per puntare al titolo finale).

  5. @ Otto-Volante
    Alonso ha avuto culo?ha rotto l’egemonia Ferrari-Schumacher vincendo due mondiali con una macchina data spacciata al cospetto della Rossa e della McLaren, che aveva tra i 70 e gli 80 cavalli in meno rispetto alle altre vetture!In McLaren non ha assolutamente preso paga da Hamilton, tant’è che hanno finito la stagione a pari punti, ma ricordo benissimo Alonso sempre penalizzato all’interno del team, aggiornamenti prima a Hamilton, pit stop dove rientravano entrambi lo stesso giro e Alonso veniva lasciato ad aspettare fermo dietro il compagno di squadra,in Ungheria Hamilton che gli impedisce di fare il giro d qualifica, Alonso che rimane fermo ai box per ripicca e la Fia penalizza Alonso, ecc… L’equità e la sportività della McLaren infatti lo stesso anno vennero messe in luce dalla spy story, un team così sicuramente trattava i piloti equamente!!!

  6. La vittoria di alonso è la dimostrazione che quando alonso voleva la pioggia aveva già il sentore della vittoria e se trovano la strada giusta per il miglioramento della ferrari ci sarà da festeggiare tanto con alonso .L’unico neo è massa,dovrà trovare nella sua testa la soluzione dei suoi problemi ,sarà anche la macchina che non lo aiuta,ma se nando ci vince la sua ferrari che ha??????

  7. Si daccordo….Alonso quale grande opportunista ha sfruttato l’occasione che gli si è parata davanti e l’ha fatto ! Merito al suo….ma ciò non toglie che la Ferrari ha sbagliato progetto anche quest’anno !! In condizioni normali non sarebbe andato oltre il 6° posto !!!! A meno che non piova per tutte le restanti gare e a meno che la Ferrari non tiri fuori dal cilindro qualcosa di valido nelle prossime gare la situazione è nera anche quest’anno……

  8. una vittoria è una vittoria, se inaspettata poi…
    Il fatto è che, finito lo champagne, resta evidente che detta vittoria è di Alonso, non della Ferrari. Detta vittoria va ad enfatizzare lo spessore del pilota da una parte rapportato all’inadeguatezza della squadra (lato tecnico, non lato pista) dall’altra.
    Domenicali s’è affrettato a dire “sappiamo quello che dobbiamo fare” appunto perchè c’è il rischio che il suo patrimonio ad oggi più prezioso (Alonso) cominci a guardarsi intorno.

  9. MASSA è SEMPLICEMENTE VERGOGNOSO!! IL SECONDO PILOTA SERVE A FARE PUNTI PER IL CAMPIONATO COSTRUTTORI CON QST RISULTATI LA FERRARI HA DIFATTI SOLAMENTE UN AUTO IN PISTA…A QST PUNTO MI CANDIDO IO CM SECONDA GUIDA ( IO CORRO GRATIS) E SE ARRIVO 15° NESSUNO POTRA’ LAMENTARSI ALMENO MONTEZEMOLO RISPARMIA UN POCHINO DI SOLDI…CMQ SE NN CI FOSSE ALONSO…NON OSO PENSARE!!!!SALUTI A TUTTI
    PS. GRANDE TERUZZI 🙂

  10. @Otto-Volante senza offesa, ma sbagli tu, ho semplicemente risposto che ieri Perez ha umiliato un po tutti non solo la Ferrari, compreso il tuo Button. ok button ha fatto “diversi” giri veloci e non “qualche sporadico”, fatto sta che la gara se l’è rovinata da solo e con quel gioiellino di macchina che tanto acclamano non è riuscito a rimontare ma è andato in tilt, capita anche ai migliori ogni tanto. come capita che la macchina peggiore e una di medio classifica se guidate ad arte finiscano prima e seconda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *