Ai ferri corti

In questo matrimonio tra Rossi e la Ducati al momento e salvo sorprese da valutarsi a Jerez a fine mese, rimane  ben poco da difendere. È vero che le dichiarazioni a caldo dopo una garaccia rischiano di eccedere la realtà dei pensieri dell’essere umano quando è sereno. È vero che non hanno nulla a che veder con il clima di conciliazione della Pasqua. Amen. È vero anche che potrebbe non essere la prima gara a dire la verità sull’intera stagione. Ma se abbiamo sempre sostenuto che Rossi quando parla sa quello che dice, allora  dobbiamo cogliere che all’oggi le sue dichiarazioni odorano tanto di chiusura,  secca e raggelante. Continua a leggere