I trenta secondi di Rossi

Trenta secondi scarsi dentro una corsa durata quasi 45 minuti. Trattasi della durata complessiva dei 2 stacchi di regia dedicati a Valentino Rossi nell’economia della gara di Silverstone. Nessun errore di grammatica televisiva. Difficilmente infatti vengono dedicati tempo e inquadrature a chi viaggia a centro gruppo. Il problema semmai è un altro. Riguarda la visibilità degli sponsor. Di quanti soldi gli sponsor in questione hanno investito nell’operazione Rossi-Ducati. Rossi appunto, una marchio che da solo raccoglie la metà del giro d’affari della MotoGP. Quindi? Quindi la scarsa visibilità diventa un problema visto che la Ducati, a parte la presenza subliminale del tabaccaio che paga più di tutti, è coperta da adesivi che rappresentano entità economico-finanziarie di alto livello. Un appoggio che le altre squadre in MotoGP possono solo sognare.

A meno che Rossi non cambi destinazione, portandosi appresso la ricchissima dote. Servirebbe solo capire quali degli sponsor in questione sarebbero disposti a seguirlo nell’avventura e quanti soldi riuscirebbero a garantire per mettere in piedi un team privato. La cifra – tra ingaggio, leasing della moto e logistica – si avvicina ai 20 milioni di euro.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

266 risposte a “I trenta secondi di Rossi

  1. Ma siamo davvero sircui che si e8 andati a votare per il meno peggio???Non credo! Il risultato della Lega credo sia conseguenza in parte dell’attivite0 politica deludente delle sinistre e in parte dell’annessione al PDL di AN.In fondo poi la Lega per ideologie e8 un partito vicino alla sx, molto pif9 vicino all’operaio, al lavoratore, allo sfacchinatore. Mentre il PDL e8 pif9 dalla parte dell’imprenditore.E la Lega ha condotto una campagna elettorale parlando al popolo comune, riuscendo a prendersi la sua fiducia.Non credo si sia votato il meno peggio.Forse lo avete fatto voi.E’ una vittoria delle Lega. E, sarf2 piuttosto contraddetto immagino, una sconfitta di Veltrusconi, perche9 i loro partiti non sono altro che l’agglomerato (stavo per scrivere unione causando angine a dx!) di partiti. 3 a sx e 2 a dx. Dividete e vedrete che rispetto alle Politiche 06 ci hanno perso. O non sono andati comunque bene come pensavano.L’unico risultato e8 che la sinistra dura e8 scomparsa. E visto com’e8 messa l’Italia non penso sia un dramma.Tanto la Lega vuole tenere lo stesso (ahime8) Alitalia come la sx e i suoi sindacati. Quindi Prezzi della GDO . fanno cartelli. Impongono il prezzo al mercato. Se un’azienda alimentare vuole essere presente su quegli scaffali deve accettare di vendere a quel prezzo per poi vedere i suoi prodotti acquistati dai consumatori a prezzi non so quante volte pif9 alti rispetto al costo di produzione. Anche se la caena della GDO acquista millioni di confezioni di pasta.Il piccolo casolino si deve difendere, non si puf2 permettere prezzi di vendita bassi perche9 acquista a quantite0 minori e perche9 non ci guadagnerebbe niente. E penso debba vivere anche lui.Domenica scorsa su Report parlavano di coltura bio. Usando elementi organici, quindi non prodotti chimici per la coltivazione, il risparmio di costi di coltivazione e8 notevole.E allora qualcuno mi spiega perche9 cazzo 1 salame bio lo paghiamo 4 volte tanto un salame chimico???????Una risposta ce l’avrei ma ho gie0 il Clero alle calcagna non vorrei trovarlo in compagnia dell’Associazione Agricoltori ed Allevatori.Prima il passaporto giallo adesso hedging con la farina Simpatico!

  2. gianpaolo.pelini
    guarda che non stiamo parlando del primo passato per strada…mi sembra doveroso dargli tutta la visibilità di questo mondo…vista la situazione….

  3. 30 secondi di visibilità mi sembrano francamente il tempo giusto da dedicare ad un pilota che ha lottato nelle retrovie e che se non sbaglio è arrivato 9° ;

    fa specie sportmediaset,anche se non mi sorprende, che nonostante tutto ,su 10 titoli,normalmente gliene dedica 5 ; dia spazio magari a Dovizioso (se proprio c’è da evidenziare un pilota italiano) che sta facendo bene quest’anno.

  4. Brava Helen46, sfogatevi finchè avete tempo. E comunque è patetico il fatto che parliate continuamente di un pilota che odiate: se a me un pilota non piace o mi sta antipatico manco ci penso!

  5. solognocca
    ma quanto tempo hai bisogno ancora per vendicare i meravigliosi anni di Valentino durante i quali non potevi spiaccicare una parola????….mi sa che ti conviene dirli tutti ora gli insulti contro il campionissimo perchè se l’anno prossimo cambia moto non avrai più così tanto tempo…

  6. Anche oggi prende tre decimi da Hayden (come sempre il più veloce; si veda articolo sulla pole di Matteo Cappella)e stacca Barbera (non sto parlando di gente come Stoner o Lorenzo, ma di BARBERA)di soli 2 decimi….!!!!!Io non commento più!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  7. Qualcuno, oramai giustamente sconsolato, altrove ha scritto: “Valentino, perchè non cambi moto?”! Io, vista la situazione, ho chiesto: “Ducati, perchè non cambi pilota?”!Che divertimentoooooooo!!!!

  8. Vale per favore tira fuori un giro paura e cerchiamo di avanzare un po’ in queste qualifiche perchè non è possibile vederti così indietro….come l’anno scorso siamo tutti proiettati verso l’anno che viene…un anno fa infatti la frase tipica dei meccanici della ducati era la seguente: no ma noi ci stiamo conentrando sullo sviluppo della moto per l’anno prossimo….a quanto pare lo sviluppo fatto non ha portato a molto …solo ad un leggero miglioramento generale della moto….quest’anno invece tutta la nostra concentrazione è sul mercato che partito troppo presto a causa dell’annuncio del ritiro di stoner sta animando tutte le discussioni nei bar…dopo la conferma di lorenzo in yamaha..rossi è l’uomo mercato del momento tutti sono molto diplomatici ma in fondo in fondo non è possible che nessuno ci pensi veramente perchè è l’unico che con una moto competitiva potrebbe ostacolare Lorenzo….a volte soprattutto per quanto riguarda la situazione del campionissimo penso che sarebbe meglio concentrarsi sul presente e non sul futuro…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *