Zitto, zitto…

Noto per il suo mutismo, avaro nell’utilizzo della parola, Kimi Raikkonen in silenzio ritaglia spazio. Non lo ha notato nessuno, i grandi (intesi come Alonso, Hamilton, Vettel) si dimenticano costantemente di nominarlo fra gli avversari da tenere d’occhio. Eppure il finlandese dopo 13 gare c’è, è terzo nel mondiale, ad un solo passo dall’inglese di McLaren. La cosa merita un segno di nota perché in fondo molti erano pronti a scommettere in un ritorno scialbo. Va riconosciuto a Kimi il merito di saper gestire al meglio una macchina, la Lotus, senza dubbio con molti pregi ma non ancora al livello delle top. Fa impressione vedere la costanza dei suoi risultati, un tabellino dei rendimenti che dice che ha mancato la zona punti una volta soltanto, in Cina. Come lui solo Alonso. Una risposta a chi lo ha sempre visto come uno fortissimo ma imprevedibile.

Non si mette in mostra Kimi eppure ha centrato sei podi. Solo che lo fa con l’aria insoddisfatta di chi giustamente vuole la vittoria. E forse è per questo che nessuno lo nota, perchè si nasconde, si barrica dietro ad uno sguardo grigio quando altri salterebbero di gioia. Questione di carattere. Bravo lui che senza autopromozione, senza entusiasmi comunicati sta dando una bella prova di agonismo. Il genio ha trovato la regola.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

36 risposte a “Zitto, zitto…

  1. Stefanozzo, hai proprio ragione, le analogie con Raikkonen ci sono però sai come penso che andrà a finire? Hamilton rimarrà in McLaren. Per carità, non mi sono infiltrato nel caravan di Lewis e gliel’ho chiesto però conosco un pò il tipo: Hamilton mi sembra -non so se anche tu la vedi così- un pilota giovane nel fiore degli anni che punta più a fare risultati che soldi. E le uniche due scuderie che nella storia hanno quasi sempre dato la possibiltà di lottare per il titolo sono Ferrari e McLaren. Sai invece che spostamento sarebbe possibile? Raikkonen e/o Hamilton in Red Bull nel 2014 (sempre che le “lattine” rimangano competitive -lo spero, più pretendenti ci sono meglio è per lo spettacolo-).

  2. @padrone.macchia
    non devi scusarti di nulla, ci macherebbe, mica l’hai scritta tu quella statistica! 🙂
    D’altra parte anche alefantateam era convinto fossero 89 quindi vuol dire che c’è una fonte errata, non che siete due fessiacchiotti!!! 🙂
    In effetti il primo fessacchiotto sono io dato che avrei potuto controllare subito ed evitare tutta ‘sta storia.
    Intanto ti do una news piuttosto pazzesca: sembra che la McLaren abbia contattato niente POPO di meno che …… Sergio Perez!!!! e gli abbiano chiesto: “senti, Sergio…. tu… che programmi hai per la prossima stagione? no perchè… sai… stavamo pensando che… si insomma che… forse ci si libera la macchina numero 4 ed allora…. ci stavamo chiedendo se tu potevi….” e lui risponde “Ma non so… sta succedendo tutto così in fretta…… in fondo è solo il nostro primo incontro…. forse è meglio non correre così tanto!”
    Ovviamente non so cosa si siano detti 🙂 ma la McLaren ha mostrato interesse nei suoi confronti e mi viene in mente un parallelismo con la McLaren del 2001 che per rimpiazzare Hakkinen chiese, sempre alla Sauber, un suo giovane pilota per il 2002, che poi arrivò, ricordi chi era???

  3. Stefanozzo, scusa, ho ricontrollato e ho visto che avevi ragione. Il problema è che sulla scheda di Senna avevano scritto 89 podi mentre sulle statistiche di podi mettevano 80. Scusa e grazie della precisazione. Per ringraziarti metto anche parte della classifica (grande Alonso e anche Raikkonen non se l’è cavata male): Schumi 155 podi, Prost 106, Senna e Alonso 80, Raikkonen e Barrichello 68, Coulthard 62, Piquet 60, Mansell 59, Lauda 54, Hakkinen 51, Berger e Hamilton 48, Button 47. Ciao.

  4. Il mio sito di riferimento mi ha risposto dicendo che per loro i podi di Senna sono 80. Allora mi son preso la briga di verificare sul sito ufficiale della F1 e il verdetto finale è che ……. Senna ha 80 podi, non 89!!!
    1984=3, 1985=6, 1986=8, 1987=8, 1988=11, 1989=7, 1990=11, 1991=12, 1992=7, 1993=7
    Quindi ripeto quello che ho detto: Alonso ha eguagliato Senna come numero di podi. Notevole in ogni caso.

  5. Stefanozzo, Perez è sicuramente un pilota di talento ma io concordo con Montezemolo quando dice che ancora non è pronto. Quando guidi una vettura che di solito è da metà classifica ma che in quell’anno fa bene non si può mai capire il vero valore di un pilota. Mi spiego meglio. Ti faccio un esempio pratico: Vettel sulla Toro Rosso sembrava un vero fenomeno (era riuscito anche a vincere a Monza). Però molto spesso non arrivava ai punti e commetteva qualche errore. Quando sei nella Toro Rosso tutti pensano che sia colpa della macchina (anche io mi ero sbagliato infatti). Quando invece è passato ad un team competitivo -la RedBull- abbiamo visto tutti che è un pilota veloce ma che -sotto pressione e con una macchina non molto a posto- commette molti errori. Lo stesso è Perez: ha avuto degli acuti ma spesso è stato dietro a Kobayaschi. Adesso che è in Sauber non se ne accorge nessuno, in una grande squadra -con tutto il risalto mediatico- lo vedrebbero tutti. Poi io credo che che la Ferrari deve pensare solo a sviluppare: il pilota più forte del lotto già ce l’ha. Quindi penso che sia bello anche nei suoi confronti affiancargli piloti che -sì- lo possano aiutare nello sviluppo e nel campionato ma che non gli diano troppo fastidio. Kovalainen sarebbe perfetto secondo me anche se credo che (anche guardando la carriera) Massa abbia più potenziale. Il finlandese comunque ha come miglior risultato finale un 7° posto, ma comunque l’idea di vederlo in rosso mi piace. Che stiano aspettando Kubica è un’ottima intuizione. Non ci avevo pensato ma adesso che me lo fai notare può essere vero. Sull’aprire un blog nostro è una bella idea.

  6. @alefantateam & @padrone.macchia
    grazie per la classifica podi! 🙂 tutti gli altri mi tornano.
    Ho scritto al sito vediamo se e cosa mi rispondono…
    Intanto una chicca: qualche giorno fa si è rotto pure l’alternatore della vettura test della Pirelli che è la Renault R30 del 2010!!!!
    Affare Kovalainen: io continuo a vedere le cose poco chiare: Perez sulla Ferrari lo vedrei benissimo: quast’anno ha avuto poca continuità e molti alti e bassi, ma fa parte del tipo di annata (di F1 dovuta alla situazione tecnica) e del fatto che è al suo secondo anno e guida una Sauber. è vero però che Massa è molto più costante: infatti arriva costantemente dietro. A me non interessa perchè io sono assolutamente neutrale, ma qualcuno dovrebbe far notare a Montezemolo che Perez ha già fatto 3 podi 65 punti, mentre Massa 0 e 47 punti. Al di là di ciò, la situazione la vedo poco chiara: Vettel non è sicuro al 100% che vada in Ferrari perchè ha una clausola, non gli scade il contratto. Quindi non so, hanno Perez in attesa e Vettel in forse, ti dico cosa penso io: stanno aspettando Kubica, è lui il colpaccio per il 2014, non Vettel. Mi dilungo un pò: Vettel ha una clausola per il 2014, per cui potrebbe aver avuto contatti con la Ferrari di questo tipo: se nel 2013 non arrivi 1° o 2° vieni in Ferrari, ok? Si, va bene, restiamo verbalmente daccordo così. Quindi bisogna tirare a camapare per il 2013 e nel caso Vettel arrivi 1° o 2°, anche per il 2014. Poi però torna sulla scena Kubica, inizia a farsi vedere voglioso di riprendere, fa dei test per vedere se può guidare a certi livelli, partecipa ai rally con risultati discreti e ti dice che il suo obiettivo è tornare in F1 per il 2014. Nel mentre hai un Massa (povero ragazzo) indecente, che ti fa una grande gara 1 volta ogni 8, Massa è questo e si saranno sicuramente resi conto che con un Massa così il costruttori è un miraggio (delle opinioni dei tifosi se ne infischiano altamente).
    Kovalainen in effetti rischia il posto per la solita storia dei soldi, ma a me piace come pilota, al suo primo anno di F1 in Renault fece meglio di Fisichella.
    Il vantaggio starebbe nel fatto di avere un pilota nordico (Finlandia cos’è, vichingo???) e quindi molto meno emotivo di un pilota latino come Massa. Ripeto, a me Kovalainen piace. D’altra parte quando presero Irvine non è che fossero convinti di aver preso un fenomeno però poi si giocò un mondiale. Comunque forse in prospettiva è proprio la scelta giusta per la Ferrari: Kovalainen per il 2013, per il 2014 hai un sacco di scelte: Kubica se riesce fisicamente, Vettel se può usufruire della clausola, Perez se finalmente avrà accumulato abbastanza esperienza, o addirittura continuare con Kovalainen se dovesse rivelarsi più forte del previsto. Scusa se mi son dilungato, dovremmo aprire un blog tutto nostro!!!!

  7. Podi totali: M.Schumacher 155, Prost 106, Senna 89, Alonso 80, Barrichello 68, Raikkonen 68, Coulthard 62, Piquet 60, Mansell 59, Lauda 54. Tra gli altri in attività: Hamilton 48, Button 47, Vettel 40, Massa 33, Webber 32, Kubica (lo considero in attività, anche come augurio per un pronto rientro) 12.

  8. Stefanozzo, come ti sembra l’idea Kovalainen (grazie per averla scritta)? Io penso che quasi quasi sarebbe meglio tenersi Massa. Per i podi di Senna ti consiglio di controllare altre fonti perchè credo abbiano fatto un errore di battitura: il 9 e lo 0 sono anche vicini sulla tastiera. Credo che il sito sia abbastanza attendibile comunque perchè le informazioni che hai dato in passato si sono spesso rivelate esatte.

  9. Ragazzi l’ultima news è che la Ferrari ha avuto dei contatti con l’enturage di Kovalainen!!!! Montezemolo chi vuole incantare dicendo che Perez non ha esperienza per guidare una Ferrari? c’è sotto qualcosa…
    @padrone.macchia
    accidenti se Senna ha 89 podi allora il mio sito di riferimento ha sbagliato, il fatto è che li elenca pure tutti, sembra un ottimo sito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *