L’incubo è tornato

Otto gare là davanti con una macchina inferiore, ma affidabile. Alla nona Fernando Alonso si è dovuto arrendere. Dopo l’esibizione coreana lassù c’è Sebastian Vettel, quello che 2 anni fa nella notte di Abu Dhabi – all’ultima gara della stagione – fece a pezzi il sogno rosso di Nando. L’incubo sta tornando e lo sta facendo pure in anticipo sui tempi. Vettel adesso ha 6 punti di vantaggio sullo spagnolo, pochissimi a 4 gare dalla fine, tanti se si analizza lo stato di forma della Red Bull e del suo pilota. Il biondino ha vinto 3 gare di fila, rimanendo sempre in testa per 900 chilometri. Difficile pensare che la macchina più in palla del momento perda improvvisamente smalto. In Corea la Ferrari ha fatto il massimo con lo strumento a disposizione. Alonso ha messo i piedi sul podio e Massa gli arrivato subito in scia, dando a tratti l’impressione di essere più veloce del compagno di squadra. Benino ma non abbastanza per arginare la coppia più in forma in questo finale di stagione. Sul sorpasso subito da Alonso pesano gli unici ritiri dell’anno, Belgio e Giappone, quando la sua Ferrari è stata buttata fuori da altri. Il vantaggio è scomparso all’improvviso e correre in difesa non basta più. Il problema è che questa Ferrari ora non pare in grado di impostare una strategia d’attacco e poco consola che la McLaren sia naufragata dopo aver messo in pista fino a Singapore la miglior macchina dell’anno.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

100 risposte a “L’incubo è tornato

  1. Stefanozzo, Bianchi in F1? Questa non la sapevo. Meno male che non è approdato in Ferrari, lo vedo un pò troppo casinaro. Però almeno un lato positivo c’è: l’anno prossimo penso che Jules ci farà divertire. E’ un pilota veloce e che non ha timori reverenziali (anche quando dovrebbe averne). Sicuramente qualche bella bagarre la vedremo.

  2. 4 ever

    Alonso…..nell’ era pre Ferrari…non otteneva grandi risultati, perche’ aveva un problema al piede….(si parla dal 2007 al 2009)
    perche’ i 2 anni precedenti, se NON ricordo male, ha vinto 2 mondiali !!

    Alonso dal 2007 al 2009, aveva 1 unghia incarnita al piede…..ecco perche’ non faceva risultati
    E’ MOLTO STRANO che un “GRAN ANALIZZATORE” , come te, non lo abbia scoperto, visto che tu vai ad indagare e CREDI di sapere tutto quello che sta dietro i NUMERI !!

  3. @..sportivo: ma cosa signifixa ..”SE uno e’ MIGLIORE o PIU’ FORTE, questa differenza vien fuori presto.” !?!?!
    Se non hai il MEZZO puoi essere Dio ma difficilmnete vinci un mondiale!
    Alonso in Renault, nell’era pre Ferrari, con quella macchina faceva di media un sesto posto.E per chi sa vedere piloti e gare, sa comprendere che erano risultati straordiari.Chi vede solo i numeri (per non dire che non capisce nulla ) vede solo un sesto posto. ! Come vede Button un campionissimo, o come vede Senna uno sei tanti !
    Lascio ad altri (se ne hanno la pazienza) commentare le tue affermazioni che si commentano da sole.

  4. 4ever
    solo i piccoli e superficiali come te, si appellano alle cause, circostanze, sfortune etc.
    SE uno e’ MIGLIORE o PIU’ FORTE, questa differenza vien fuori presto.
    LA RB non ha bisogno di aggrapparsi a queste cose, “a lungo andare” il MIGLIORE “si vede”

    ED E’ QUESTO QUELLO CHE STA SUCCEDENDO !!

  5. SENNA, NON PUO’ ESSERE CONSIDERATO IL MIGLIORE DI SEMPRE (cosi’ come non lo possono essere ne’ chi lo ha preceduto, ne’ chi lo ha seguito)

    E SOPRATTUTTO, SI E’ macchiato di un episodio INGIUSTIFICABILE NEL 1990 A Suzuka !!!

  6. certo, Villenueve E’ STATO INFERIORE a Jenson Button !!
    vuoi per sfortuna o altro….

    Jenson Button il Mondiale l’ ha vinto, DIMOSTRANDO MATURITA’, INTELLIGENZA TATTICA E STRATEGICA, assolutamente STRAORDINARIE !!

    quell’ altro e’ stato un grande combattente, un agonista puro, un cavallo pazzo, un puro pazzoide della velocita’, un matto del volante e NON SOLO
    (perfino con l’ elicottero amava “rischiare”)
    e secondo opinione di alcuni suoi ex colleghi e amici/nemici del paddock di quei tempi… NON POTEVA CHE FINIRE COSI’ !!!

  7. @putivo : sono costretto a dire banalitá, dato che sei l’unico che ha qualche problema a comprendere le cose…
    Infatti hai continuato a dire da sempre che i numeri sono tutto…l’esatto contrario di quello che per te , ORA, é una banalitá.
    Probabilmente data la tua scarsa capacita’ di analisi, proverai a giustificarti, come sempre…
    Io invece te lo ripeto, I NUMERI NON SONO TUTTO.Vedi Senna considerato da molti (non dico tutti) il migliore di sempre, anche se un certo Schummy ha vinto 4 mondiali in piu’.O Villneuve, é stato inferiore a Button perché non hai mai vinto un mondiale ?
    Dietro i numeri ci sono cause, circostanze, ecc..che la gente che legge solo gli annali non puó capire…
    Chissá perché ti identifico con questi ultimi.

  8. @padrone.macchia
    Ti chiedo scusa perchè ero partito con l’intenzione di risponderti, poi sono stato preso dalla rabbia e sono andato a ruota libera senza più risponderti!!! 🙂
    Perez ha sangue latino e ha la voglia di sfondare di un giovane affamato, ricorda anche quello che disse Jean Alesi a proposito del ritiro di Perez a Suzuka. Comunque ti ripeto, secondo me l’anno venturo McLaren punterà su Button e a Perez chiederanno solo tanti punti (magari la prima vittoria) e gli chiederanno di non fare troppi danni e resto convinto che la Mclaren abbia fatto un’ottima mossa. Massa potremmo definirlo un usato sicuro (anche se io leverei il sicuro…). Sarà il suo settimo anno in Ferrari, credo che solo Schumacher ne abbia fatti di più (e ho detto tutto…). Raikkonen in Red Bull potrebbe benissimo starci, in fin dei conti Webber sarà in scadenza a fine 2013, così come Kimi. potrebbero benissimo fare una coppia Vettel Raikkonen nel 2014. Comunque le ultime dichiarazioni di Montezemolo mi fanno sempre più pensare che per il 2014 la Ferrari aspetti Kubica, dovrei documentarmi di più sul rinnovo di Massa… Poi mi son dimenticato di citare Jules Bianchi tra quelli che sicuramente avremo in F1 l’anno prossimo a fracassarci gli zebedei, probabilmente Sauber o Force India, ma anche Toro Rosso.

  9. 4ever , hai scoperto l’ acqua calda !!!
    i numeri non sono tutto, dici, CERTO ! e’ una gran ovvieta’ e non serviva il tuo intervento per farcelo notare !
    PERO’ SONO DETERMINANTI, per vincere e scrivere il nome del pilota negli annali che contano !! oppure ti aiutano, per entrare nel cuore della gente. (Schumy a parte)
    a suffragio della tua banalita’, cito l’ esempio di Montoya !
    SICURAMENTE, nel suo caso i numeri non sono tutto !!
    ah ah, e chi se lo ricorda piu’ sto’ Montoya ???

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *