E’ Checa il prototipo Sbk

La copertina di questa Superbike australiana ha il faccione sorridente e squadrato di Carlos Checa. Detto del dominio Aprilia, che unisce allo stato di grazia della RSV4 una strategia perfetta per volare sulle Pirelli, è comunque il Toro che impersonifica più di tutto la ruvida filosofia del campionato.

Pronti via è in ospedale (per l’occlusione intestinale), si mette in pista e tira un volo da ringraziare tutti e tornare a casa, firma una superpole sulla quale neanche i ducatisti avrebbero scommesso mai e chiude con un’altra mazzata in grado di piegare un peso massimo di 25 anni. Mazzata figlia dell’impeto di voler andare oltre i limiti di una Panigale ancora da sviluppare. Poi? Poi un po’ di ospedale e via, aereoporto direzione Europa con la testa su Aragon, 14 aprile, e sui 45 punti da recuperare.

Un pazzo? Dipende dai punti di vista. Senz’altro uno che si prende per ora la copertina del mondiale, con quelle rughe in faccia che farebbero pensare a una station wagon, con bambini e cane dietro, e invece continuano a farsi strizzare dentro un casco, come se niente fosse. Un ritratto in bianco e nero di Richard Avedon, con barba di due giorni, capelli schiacciati e occhi che brillano. 41 anni dopo l’estate, è lui il prototipo SBK: “niente fighetti, gas spalancato e poche scene”. Lui, in mezzo ad altre facce pronte per la copertina, tra botte, fratture e interventi che tanto incutono rispetto a chi da casa segue,  poltrona in pelle, come la tuta.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

3 risposte a “E’ Checa il prototipo Sbk

  1. quantomeno ti riservi l’opzione di un psiisbole futuro in una lavanderia cinese.Oggi ho fatto un post sull’articolo 18 & Co,,, non riesco nemmeno a stirare (anche perche8 combinerei un sacco di disastri)

  2. un grosso in bocca al lupo a Carlos che ha fatto la differenza finchè è rimasto in pista.
    Complimenti a Budel Conti e Max che al debutto sono stati tutti bravissimi, alla faccia dei soloni trombati che già sparlavano!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *