L’agguato di Sebastian

“Multi 21”. Sono le parole che Mark Webber ha pronunciato con una faccia che sembrava di marmo prima di salire sul podio. Adrian Newey e Sebastian Vettel i suoi interlocutori. “Multi 21”, si tratta del segnale in codice che la Red Bull utilizza via radio con i suoi piloti per comunicare di mantenere le posizioni per risparmiare i motori. Un messaggio che in Malesia Webber ha interpretato alla lettera, infatti i suoi tempi sul giro hanno iniziato a salire. Peccato che nel frattempo Vettel si sia messo a tirare come un pazzo e poi abbia passato il compagno di squadra con una manovra da tentato suicidio. Continua a leggere