ADDIO GRANDE FRANCO

Semplicemente un grande. Da braccio destro di Enzo Ferrari, Franco Gozzi era il cuscinetto tra il “Drake” e il mondo esterno, la stampa, la televisione. Qualche volta anche il ferro di cavallo tra l’incudine e il martello. Mai una parola fuori posto, stile sempre impeccabile accompagnato a sanguigna “emilianità” e battuta sempre pronta. Si può dire che le PR in Formula Uno siano nate con lui, che pure fu direttore sportivo della casa di Maranello per qualche stagione, ricoprendo brillantemente un ruolo non suo ma che il “Drake” gli aveva chiesto di ricoprire. Sapeva tutto quanto succedeva dietro le quinte, con abilità pazzesca faceva trapelare il quanto basta per avere titoli e attenzioni. Negli ultimi anni regalava ricordi, mai segreti inconfessabili, lontano da un mondo che non era più il suo, rovinato dal glamour che non ha niente a che fare con la leggenda delle corse.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

4 risposte a “ADDIO GRANDE FRANCO

  1. ..secondo me abbiamo e mi ci metto pure io, un po troppo la tendenza a denigrare Vettel, probabilmente dovuta alla scarsa simpatia emanata dal tedeschino, sicuramente è un pilota simile a Alonso o al vecchio Shumacher piloti che non amano avere un concorrente per il campionato nello stesso box, però è innegabile che vincere tre mondiali di fila non si vincono per caso o fortuna, ma si vincono perchè siamo veloci, affamati e con talento in piu hai una macchina perfetta, un team che lavora per te e nessuno in casa a romperti le uova nel paniere! Non ci scordiamo che i mondiali si vincono quando si ha il miglior pacchetto pilota+macchina+team vedi Vettel, vedi Shumi e andando indietro vedi Senna, Prost ecc. Poi ci sono quei piloti che riescono a vincere un mondiale perchè l’antagonista prescelto lo butta alle ortiche, vedi il mondiale di Raikkonen su Hamilton!

  2. @Stefanozzo: non so cosa c’entri qui, comunque visto che ci siamo ti rispondo pure 😀 😀

    Solo su una cosa, brevemente. “Gira voce che la Red Bull abbia offerto…” io non crederei molto alle voci messe in giro dai giornalisti.
    Se Raikkonen va in Red Bull, Vettel andrebbe via.
    Raikkonen, un po’ come Hamilton, non è infastidito dalle sfide con i compagni di scuderia. Invece piloti come Vettel, e forse un po’ pure Alonso, amano essere “coccolati”, avere una macchina su misura, una strategia su misura, meccanici su misura e così via. Io non credo che vedremo mai il duo Vettel-Raikkonen. E se mai lo vedessimo, vedremmo il biondino tedesco prendere paga malamente dal compagno di box, così come la prenderebbe se sulla sua stessa macchina ci fossero Hamilton, Alonso, e forse forse direi pure Button!

  3. Non so dove scrivere, lo metto qui, al massimo, rimuovete, tanto ci sono abituato :); facciamo un suntino dopo il gp del Bahrein?

    -Red Bull, Vettel aveva le ali, Webber no. Seb avrebbe potuto fare anche 4 soste, avrebbe vinto lo stesso tirando sempre ed invece ha vinto passeggiando per 1/3 di gara. Mark, amico mio, cosa vuoi che ti dica? Continua ad ingoiare rospi, d’altra parte quando hai rinnovato sapevi benissimo che sarebbe andata così, non dirmi che c’hai davvero creduto quando Horner a inizio anno diceva che partivate alla pari!
    -Lotus, partono 8° e 11° arrivano 2° e 3° basta dire solo questo. Bravo Kimi, che ha corso sotto antistaminici a causa di un’allergia, e bravissmo Romain che fa una rimonta spettacolare e riesce finalmente a fare a sportellate senza far danni. Ora pare che gli abbiano messo a posto la macchina per cui prepariamoci a vedrlo spesso là davanti a dar fastidio ai primi.
    -Ferrari, Alonso ha fatto una gran gara anche se è calato un pò nel finale, probabilemnte a causa della variazione della strategia, ma dopo una gara così e 2 pit extra, portare a casa dei punti è di sicuro un buon risultato. Massa, povero Felipe, poteva fare una gara decisamente migliore ed invece, se la sfiga lo perde di vista anche solo per un attimo, non solo se lo va a cercare col navigatore satellitare, ma immancabilmente lo ritrova. Felipe come sempre sbaglia i tempi: va come una scheggia al Venerdì e molla alla Domenica; se riuscisse ad invertire l’ordine…
    -Mercedes, Grande Nico, grande pole. Ma solo quello. Tristissimo vederlo fare da tappo in gara e perdere inesorabilmente posizioni col passare dei giri all’aumentare del degrado delle gomme. Lui ha imparato a fare il leone, lotta strenuamente e non si arrende mai, (glielo avrà detto suo padre? forse ha imparato da Schumi? o forse vuol far vedere che non è inferiore a Hamilton?) fatto sta che è diventato uno dei più combattivi; il brutto è che non si può neppure lamentare del DRS perchè si vedeva che i problemi li aveva in trazione, non in fondo al dritto. Hamilton dorme (o ci fa credere di dormire) per 2/3 di gara, poi forse Ross Brawn gli urla nelle orecchie: “svegliaaaaa” e lui subito “ssisssignore”, 2 o 3 sorpassi e 5° posto finale che, considerato tutto, non è affatto da buttare via.
    -McLaren, Button un pò sottotono, specie alla fine, io penso sia stato penalizzato dalle lotte col compagno che non gli hanno permesso di gestire le gomme come sa fare. Perez, aggressivo, rischia tanto, troppo, Whitmarsh è passato in un pomeriggio da brizzolato a grigio a bianco. La McLaren comincia a carburare, occhio che fra non molto arriverà il primo podio e poi chissà…
    -Force India, grandissimo Paul, gara ineccepibile da 10 e lode; un enorme rammarico per Sutil che se non avesse avuto problemi chissà dove sarebbe arrivato? Force India al momento fortissima, stessi punti della McLaren nel costruttori, chi l’avrebbe mai detto???
    -Sauber, che garaccia, Hulkemberg dice che la macchina non va, e come dargli torto? A fine 2012 Di Resta dichiarò che secondo lui Niko aveva sbagliato a lasciare la Force India, e almeno per ora, è impossibile dargli torto.
    -Williams, Valsecchi dice che Bottas lo ha impressionato perchè è anche stato davanti a Maldonado… mah, lui è nel giro e di sicuro se ne intende di più, ma a me questo duo non entusiasma per niente. Io continuo a confermare il mio giudizio: Maldonado pilota pericoloso e non veloce; Bottas esoridente al momento non disastroso ma al limite della decenza.
    -Toro Rosso, Vergne sfortunato costretto al ritiro, Ricciardo spento. Non si può mica sempre fare dei garoni come in Cina, capitano anche queste Domeniche. Peccato sopratutto per Vergne perchè in gara è sempre costante e veloce.
    -Campionato parallelo (riservato a Marussia e Macchina Ramarro), stavolta vince Pic, bravo Charles che batte Bianchi. Di vedere Chilton più vicino al buon Jules non se ne parla proprio e se io fossi in Van Der Garde mi preoccuperei tantissimo, perchè non me ne voglia, ma in 4 gare ha rimediato solo figuracce (in termini di prestazione), l’unico doppiato di 2 giri, non lo si vede in gruppo neanche verso la fine del 1° giro perchè è già distanziato. Inoltre dopo aver visto che la Macchina Ramarro ha richiamato Kovalainen, anche solo come 3° pilota…. occhio Giedo, cercati intanto un altro team in GP2 o altrove perchè mi sa che fra non molto finisci appiedato!
    -Capitolo a parte, Gutierrez, preoccupante sia per lui che per la Sauber arrivare addirittura dietro al buon Pic. Ho letto altrove che si parla già di una eventuale sostituzione con tale Robin Frijns (olandese mai sentito). Quello che mi fa perdere le staffe è leggere le dichiarazioni della Kaltenborn che dice che Gutierrez è in F1 grazie al suo talento. Capisco le frasi di circostanza, ma con queste dichiarazioni ti giochi la tua credibilità di Direttore Sportivo. Ma chi ti crede? mi volete convincere che Gutierrez è più forte di Kobayashi???
    Parlando un attimo di sotituzioni, gira voce che la Red Bull abbia offerto un ricco contratto triennale a Raikkonen e sembra quindi molto probabile che nel 2014 la Red Bull schiererà il duo Vettel Raikkonen.
    Obiezioni? un saluto a tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *