Red Bull, sfogo sospetto

Accade raramente che Dietrich Mateschitz, proprietario della Red Bull, si esponga in prima persona con dichiarazioni pesanti. Le sue parole nel dopo gara di Barcellona rappresentano quindi un evento. “Quanto sta accadendo non ha nulla a che fare con le corse”. E’ il virgolettato consegnato al sito di Autosport . Sotto accusa la Pirelli, nella fattispecie il comportamento
dell’ultima generazione di pneumatici. I gommisti ammettono che probabilmente a Barcellona si è andati un po’ al di là delle intenzioni, ma a chiedere alla Pirelli di fornire materiali in grado di creare un minimo di incertezza nelle gare di Formula 1 è stato il padrone del circo, cioè Bernie Ecclestone. Fino all’anno scorso l’incertezza in questione ha premiato la Red Bull penalizzando altri marchi, Ferrari compresa. E’ quindi sospetto lo sfogo del numero 1 che arriva quando a vincere sono altri nomi. Non risulta che la Pirelli investa in ricerca e sviluppo per favorire la Ferrari, la certezza arriva al 100% se si passiamo alla Lotus che ha esclusivamente il merito di mettere in pista un ottimo progetto, con un pilota – Kimi Raikkonen – nella forma migliore della sua carriera. Aggiungiamo che chi produce le gomme in questione normalmente invia le specifiche di utilizzo.

Di conseguenza ogni squadra è libera di comportarsi rischiando domeniche da incubo come quella dell’anno scorso di Alonso in Canada. Insomma, è vero che lo spettacolo al quale assistiamo oggi non rappresenta la vera essenza delle corse ma almeno tutti si ritrovano nelle stesse condizioni. Tenendo sempre presente che qualsiasi produttore è in grado di produrre – se richesto – gomme di “marmo” in grado di durare per tutto l’arco della gara. Lo sta dimostrando la Bridgestone in MotoGP. Ma alla Pirelli è stato chiesto di mettere in campo una “variabile” in grado di aumentare lo spettacolo. Fino all’anno scorso ne ha beneficiato la Red Bull. Oggi, improvvisamente, al suo proprietario non va più bene.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

24 risposte a “Red Bull, sfogo sospetto

  1. @tano06…

    Col Tuo intervento, dimostri di NON seguire molto la F1… Molti team, in primis la Mercedes, hanno mostrato tutte le loro perplessità a riguardo le pirelli 2013, sin dalla prima gara!

    Il problema, come ha spiegato anche il “capoccia” pirelli, è che queste coperture “vanno fuori range”, al minimo cambiamento in pista… Può essere un paio di gradi di temperatura in più, sull’asfalto… Può anche essere fare un paio di giri dietro un doppiato/lento…

    I motivi sono parecchi, e non ancora del tutto chiari, ma il risultato è lo stesso: LA GOMMA ANZICHE’ DURARE I PREVISTI (almeno) 15 GIRI A PIENA PERFORMANCE, NE FANNO SOLO 10 O SPESSO ANCHE MOLTI MENO…

    A questo, aggiungici che tutte le vetture, per ovviare al problema, STANNO ALLEGGERENDO IL CARICO AERODINAMICO, NELL’ORDINE DELLA DOPPIA CIFRA! E COMPLICE QUELLA FOLLIA DEL KERS E DRS, PRIMA O POI SUCCEDERA’ QUALCOSA DI GRAVE!

    Perchè tutti i team, per dare più vita alle gomme (leggasi, meno temperatura…), alleggeriscono il carico e spesso in pieno rettilineo a 320 Km/h PUO’ CAPITARE, CHE LE GOMME, SI RAFFREDDINO!

    Prova ad immaginare, cosa succederebbe se ad un sorpasso fatto con KERS e DRS (cioè, +30/40 Km/ in più), si arrivasse al punto di staccata a gomme non in temperatura…

    Si stà verificando, una situazione simile a quella capitata alle MotoGP, l’anno scorso. Con l’aggravante, che quì c’è in ballo qualche tonnellata di “effetto suolo”…

    Questo, è il vero problema, e la pirelli lo sa benissimo.

  2. Sono stato in fiera a Shangai è anche le pietre sapevano che la Ferrari vinceva nonostante lo svantaggio iniziale.
    Certo che la R-B correrà ai ripari, sai che noia un mondiale dominato.
    E riuscirà anche a rimontare, magari fino all’ultima gara. Del resto quello che conta nei film è sempre il finale “ad effetto”…

  3. Per prima cosa mi complimento con ottovolante e la sua preparazione tecnica e si vede che mangia pane e f1!…………….poi sul fatto che il mondiale lo abbia già vinto la ferrari,come letto in un commento………………..può anche essere.Ma credo che newey stia già studiando rimedi efficaci e da montecarlo le carte si rimescolano di nuovo,infatti quest’anno ogni gara và presa a sé.Nel principato conterà partire almeno nelle prime tre file ove si potrà andar via,altrimenti ci può essere il dilemma safety car…………….e visto il tracciato non mi stupirei se accadrà!.

  4. otto-volante come mai queste dichiarazioni dei lattinari non sono arrivate dopo il bharein forse perchè hanno avuto la fortuna che l’alettone della rossa si inceppasse, poi esistono i test com’è che si sono accorti solo ora dell’eccessivo degrado delle gomme la ferrari si batte affinchè ci siano più test durante l’anno proprio per correggere eventuali difetti di costruzione come si fa in qualsiasi altro sport ci si allena per correggere i difetti invece di perdere tempo dietro le gomme.

  5. I cambi di mescola sono dovuti solamente alla minaccia che la Mercedes ha fatto di lasciare la f1 visto che nonostante la miglior coppia di piloti sta facendo ridere in gara, Ecclestone teme solo questo, la Rb viene solo strumentalizzata, in ogni caso chi ci rimetterà di più sarà Raikkonen non la Ferrari.
    Resto in attesa di un Montezemolo più reattivo e combattivo come ai tempi di Kaiser Shummy, ultimamente lo vedo un po’ lontano dalla politica della f1….

  6. Caro Otto Volante, la vita è così, stavolta che la RB avrebbe le sue brave ragioni a lamentarsi nessuno farà nulla, come nessuno fece nulla ai tempi degli estrattori soffiati che erano altrettanto irregolari, eppure………..Solo che stavolta con queste gomme c’è il rischio che accada qualcosa simil Sepang 2011 in MotoGP, per far vincere la Honda e il suo pupazzo australiano. Speriamo che si ritorni presto a gomme più durevoli e sicure.

  7. Un ultima cosa: l’ironia sapete qual è? E che molti di noi si sono lamentati che quest’anno vedevano le corse in differita non avendo SKY.
    Bhe, per come si stanno mettendo le cose (quest’anno il mondiale lo vince la Ferrari al 101%), è gia tutto deciso che, ben vedere, anche i clienti SKY se lo stanno guardando “in differita”… ahah.

  8. Per me è insensato che il 50% della prestazione sportiva sia determinato da un fattore esterno.
    Purtroppo, sempre più spesso, le sorti sportive vengono affidate a dei terzi che possono pesantemente influire sull’esito; vedi gli arbitri nel calcio.

    Ci rendiamo conto che un arbitro è stipendiato dalle squadre che arbitra? Che un gommista è stipendiato dalle squadre che fornisce?
    Che credibilità ci può essere in una gara di F1 o di calcio? E poi ci meravigliamo che la Renault vince 2 mondiali di fila (ma aveva debiti con le banche), che la Brown vince 1 mondiale (ma non poteva licenziare i dipendenti ex Honda), etc. Oppure che la Juve vinceva gli scudetti (con gli arbitri a favore).
    Lo sport è diventato spettacolo e lo spettacolo è sempre finto, sempre.
    Io sono grandissimo tifoso, ma se domani mi dicono che ogni anno la squadra X aveva i regolamenti prima di quella Y per sapere come interpretarli al meglio, o che il gommista Z fornisce gomme di serie-a e di serie-b, non mi meraviglio mica.
    Lei Budel, sottolinea le giuste polemiche di questo sig. RedBull, ma è sicuro che abbiano realmente importanza?

  9. Sig. BUDEL, VORREI SOTTOPORLE ALCUNI PUNTI, IN QUANTO RITENGO CHE IL SUO INTERVENTO SIA, IN MOLTI PUNTI, LACUNOSO, E PRIVO DI FONDAMENTI TECNICI.

    IMHO Lei non ha focalizzato l’obiettivo della contestazione, da parte NON solo della RB.

    Il problema reale, NON é tanto consumo stra-esagerato (se ne sono accorti, anche in pirelli…) delle gomme…

    Il problema reale é, che queste gomme si DEGRADANO in modo incomprensibile, SOLO SULLE MACCHINE CHE USANO UN ALTO CARICO AERODINAMICO!!!

    Mi spiego, da sempre la RB, ha puntato tutto sull’aerodinamica e sulla trazione – DA SEMPRE PUNTI FONDAMENTALI DELLA F1 – anche a scapito della velocitá di punta.

    QUESTO – TEORICAMENTE – E´SEMPRE STATO IL MODO MIGLIORE PER TRATTARE LE GOMME!!! ESSE INFATTI, AVENDO LA MASSIMA ADERENZA AL SUOLO, NON SI DEGRADANO E DANNO IL MASSIMO DELLA RESA PER IL MASSIMO DEL TEMPO UTILE. E’ una regola vecchia quanto la F1, ed in genere valida, per tutti gli sport motoristici!

    E la comprensione é semplice: la gomma NON pattina, NON si surriscalda, e quindi si preserva DANDO IL MASSIMO DELLE PRESTAZIONI. Se la gomma pattina, evidentemente si abrade, si scalda, e si distrugge – COME ANCHE LA LOGICA SUGGERISCE.

    E quí viene il bello delle gomme pirelli… INFATTI QUESTE GOMME PENOSE (per preciso ordine, dell’omino con i capelli bianchi), NON PREMIANO CHI HA IL MAGGIOR CARICO E MIGLIOR ASSETTO DELLA MACCHINA… LE GOMME SI DEGRADANO, ANCHE IN PIENO RETTILINEO – PERCHE’ LA MESCOLA CEDE, SOTTO LA FORZA CHE LA SCHIACCIA PER TERRA E TRAZIONE!

    Non é che si “consuma”… Si deteriora! Anche se la gomma é relativamente nuova! Button, a piú riprese in gara, si lamentó di aver distrutto le gomme in 1/3 giri – solo perché era dietro un doppiato, ed ai problemi di “compressione” (chiamiamoli cosí…) delle gommine pirelli, si aggiungeva anche l’usura da slittamento!

    Se Lei, caro Budel, provasse a parlare con la RB, con la McLaren, Mercedes e tante altre (anziché scrivere questi articoli), potrebbe ricevere mooooolte piú informazioni di quante dispongo io, che, oltre che dal mio lavoro – le notizie – devo cercarmele ben bene… E farebbe un servizio, grato a tutti.

    Il patron RB, E´SACROSANTAMENTE INKAKKIATO, PERCHÉ QUESTE GOMME NON PREMIANO LA MACCHINA MIGLIORE! La prova é data dal fatto che, l’anno scorso Vettel era indietro come punti, ma Mateschitz si guardó bene dal fare dichiarazioni come questa. E per un motivo ben preciso: l’anno scorso la RB, era indietro con lo sviluppo – E NON ERA AFFATTO LA MACCHINA MIGLIORE…

    Ma guardiamo anche gli altri costruttori… Prendiamo la Lotus: é una macchina da 3/5 fila, come prestazioni. Manca totalmente di carico aerodinamico…

    MA QUESTO E´DIVENTATO UN VANTAGGIO!!!

    Infatti la Lotus, é sempre stata molto veloce in rettilineo (l’anno scorso 323 Km/h, contro 311 delle RB), perché era l’unico modo per “riguadagnare” il terreno perso in trazione, ora ne ha fatto il suo punto di forza (oltre quel manico di Raikkonen…).

    Andiamo in casa ferrari: idem, con patate! Lo scorso anno, ebbero la macchina migliore sin da inizio anno, ma per sfortune/erroracci vari, NON sfruttarono il vantaggio… Ora ci riprovano, scaricando completamente la macchina… Infatti le loro velocitá comparate, si sono portate al vertice della F1.

    Ora la domanda é: questa é ancora F1? Oppure la INDI americana, dove vanno a 400 Km/h, con 1/4 del carico aerodinamico della F1? Tutte le macchine, stanno calando drasticamente il carico aerodinamico, e prima o poi si toccherá il limite, e qualcuno si fará male – complici KERS (altra FOLLIA tecnica…) e DRS.

    La velocitá ferrari nell’ultima gara é stata di 318 Km/h – MA ALONSO ERA BEN LONTANO IN QUALIFICA DALLE MERCEDES (che anno la stessa “filosofia” delle RB: molto carico e trazione) – PERO’ IN GARA HANNO FATTO PENA A CAUSA DELLE GOMME! Mercedes ha mostrato una velocitá comparata di punta di circa 312 Km/h…

    E’ un bello spettacolo, vedere le due attuali vetture piú performanti (Mercedes e RB), lottare NON con i competitors, ma con le gomme? E’ bello sentire Rosberg, che dice di poter tenere dietro qualcuno, ma che distruggerebbe le gomme, nella metá del tempo?

    Ma veniamo alla RB… Quí si ha l’apoteosi, del flop pirelli! La RB, ha velocitá nell’ordine di solo 306 Km/h, eppure distrugge le gomme molto prima delle ferrari che vanno scariche, a 318 Km/h: semplicemente un controsenso ingegneristico!

    Lo capisce ora, Sig. Budel, cosa NON quadra nella questione pirelli?

    P.S. – DEGRADO: deterioramento, decadimento, rovina.
    P.S. – USURA: consumo, logorio che la superficie di un oggetto subisce a causa del continuo sfregamento o di un uso prolungato: l’usura delle gomme, dei freni…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *