Nico, niente di personale

E’ uno splendido, griffato e millesimato vicolo cieco per i veri appassionati di motori. Quelli che di norma si incacchiano quando di una Gp sentono dire “Fortuna che c’è stato l’incidente, almeno mi sono svegliato”. Beh? Così è andata! Togli i tre ciocchi e mezzo – fortunatamente con qualche ora
dall’osteopata come massima conseguenza – e il resto è una splendida, griffata e millesimata noia suprema. E avanti..! Il fascino della sfida. L’uomo contro il briciolo di buon senso. Oltre il limite della fisica. Ogni benedetto Montecarlo piovono ste frasi fatte, ma quel che resta è una gara pallosissima finché non appare un finché. Siate onesti: dei primi 30 giri che cosa vi è rimasto? RosbergHamiltonVettelWebberRaikkonenAlonsoPerezSutileccetera: questo era. RosbergHamiltonVettelWebberRaikkonenAlonsoPerezSutileccetera dopo cinque, dieci, venti giri. RosbergHamiltonVettelWebberRaikkonenAlonsoPerezSutileccetera fino al bottodel povero Massa. Splendido, griffato, millesimato trenino – a due dita dai guardrail quello sì – ma di una noia eterna. Quindi non sto qui a sparare nero su bianco “Ma perché si corre ancora a Monaco?!”

Perchè mi rendo conto della pericolosità della provocazione, ma almeno una considerazione oggettiva sul vicolo cieco del Principato, quello sì. L’appassionato di gare, che odia appunto chi spera nell’incidente, si trova a stiracchiarsi giusto e appunto all’incidente. E i corsi e ricorsi di casa Rosberg o la garona di Perez, più un paio di chicche sparse, poco possono fare di fronte a un pastone di 2 ore e 17 minuti che sogni un film muto in bianco e nero per riprenderti. Sacrilego tutto ciò? Sarà: ma molto meno noioso.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

34 risposte a “Nico, niente di personale

  1. Sinarchi…

    Le tue “pallonate”, ed i tuoi “rimangiamanti” di parola, sono rimasti tutti… Verba volant, scripta manent!

    Puoi continuare a negare l’evidenza: è nel tuo stile. I fatti son facili da capire, e sono tutti scritti in questo Thread.

    Tu una F1, non l’hai mai vista… Lo si capisce da quello che dici, e dai continui dietro-front che fai, ogni volta che vieni beccato in flagrante… E per di più, continui a segnalare i miei post. Questo dice tutto di te.

  2. Non hai letto niente, hai sempre negato la mia verità, fino a scontrarti contro su youtube!
    Eri partito dicendo che ero un guardrail e poi hai riconosciuto la mgra figura.
    Nel video si vede che la ripresa è limitata a scarsi 50m su un totale rettilineo di 1,2km.
    Sei molto superficiale se giudichi la prestazione della F1 in 50 m, lasciatelo dire.
    Quanto all’aerodinamica dei flussi non commento più perchè ho notato una certa tua invidia in quello che ho provato.
    ps: i post vengono cancellati dalla direzione se c’è scritto qualcosa di irrilevante: i tuoi interventi… di conseguenza le mie risposte!

  3. Ho già risposto a questi insulti, spiegandoti che la RedBull Racing è una scuderia di F1 e Nascar(all’epoca) e, dunque, si riferivano all’auto di F1 guidata “che” era guidata da Webber (l’unico, come tu hai detto, a guidarla) che raggiunse i 256km/h.
    Nei filmati da te postati non si vede in quanto ripresi nel tratto di 40m finale al rettilineo (1,2km!).
    Purtroppo, invece, non vedo ancora le risposte alle mie domande che confermano la bontà di quanto fino ad ora ho scritto.
    1) Pochi sorpassi e molti incidenti a Montecarlo, che si conferma GP di interesse economico e che fa la felicità degli amanti del botto, quale tu sei;
    2) Esistenza di Showrun nelle città, con punte di 256km/h, a pochi metri dal pubblico, contrariamente a quanto da te negato. Non leggere solo i giornali e i blog, vivi lo sport…
    3) Pochezza della tua persona: aspetti la cancellazione del tuo intervento e della mia risposta, per ripostare il tuo intervento 😉
    Sei un botto-volante, confermo.

  4. Io penso che il gran premio di montecarlo sia più una tradizione che non una gara vera e propria…qualcuno parlava di raduno…si molto probabilmente è cosi…secondo me basterebbe modificare una curva come ad esempio la chicane appena usciti dal tunnel in modo da permettere un sorpasso almeno in una curva del circuito…si potrebbe provare poi d’accordo…basta chiudere e non si passa più…però almeno qualcuno ci prova!

  5. Il fascino, i soldoni, i soldoni e poi i soldoni fanno la differenza.
    Sarà la gara storica per eccellenza, ma preferisco veder sfrecciare una macchina da f1 sun un rettilineo e vederla al limite della fisica nell’affrontare curve, chicane e curvoni veloci. più che un gp sembrava un raduno.
    Sarà anche una sfida per i piloti affrontare curve sfiorando muretti, uno scenario pazzesco per i tifosi e gli appasionati come me, storia, o soldoni che si intascano bernie e company, ma secondo me non si può correre con delle vetture del genere in un centro abitato.
    Ci sono circuiti che meritano davvero di far parte nel calendario della f1.
    A1 Ring, Imola, Mugello, e tantissimi altri di cui non ricordo il nome.

  6. Non voglio cambiare discorso, ma non voglio neanche annoiare i lettori nè darti troppo piacere nel rispondermi con delle assurdità. Anche perchè mi sono accorto che sto provocando in te delle risposte che sconfinano il comune e ti potrebbero mettere in seri guai. Non puoi dare del bugiardo ad una Scuderia. Sei ridicolo e manco te ne accorgi.
    La verità è quella raccontata da me, a meno che non provi il contrario. Webber mi è passato a circa 3/5 metri di distanza a 256km/h, conferma ne è il tipo e la larghezza di strada che hai indicato (se era al centro strada, al massimo poteva starmi a 6/7m, per tua stessa ammissione). Dunque mi dai ragione. Se giochi con i centimetri dimostri che sei a corto di argomenti.
    Peraltro, i 256 km/h era solo per rispondere alla tua “gara” di che lo ha più grande… Tipico dei frequantatori di bar.
    Hai detto che stavi a 20m dalle auto a Montecarlo, io ti ho risposto che se la mettevi su questo piano – di spacconeria – io ero stato a pochi metri. Niente di più. A nessuno frega niente. Ti prego di finirla.
    Il link, poi, non è farlocco, ma di una Scuderia professionale non di PincoPallino. Stai attento con le parole… che la tastiera non ti protegge più di tanto. E la Red Bull non scherza!
    Nella didascalia è scritto che la Red Bull Racing ha toccato la velocità di 256km/h. Ed è ovvio che si riferissero a Webber visto che anche loro dicono che è l’unico che l’ha guidata. Quindi il “che ha toccato…” si riferisce all’auto non al pilota. Genio della grammatica! che=Webber. Ti si deve spiegare tutto col cucchiaino?
    Allora queste scuse?

  7. Chissà s eil buon mengo avrebbe scritto le stesse cose se al capo del trenino ci stava Alonso….mah???? ho dei seri dubbi…..cmq su una cosa ha ragione con Rosberg non c’è niente di personale…l’unica persona con la quale hanno qualcosa di personale (non c’è altra spiegazione) su questo sito è Raikkonen tutto il resto è noia……

  8. La strada era Via Caracciolo di Napoli che non è proprio una stradina da 4 soldi. E ci sono filmati a iosa su youtube, non postati o alterati da me; te lo preciso perchè mi sembra che tu stia diventando paranoico…
    Alcuni riprendono l’auto a fondo rettilineo, io, previdente, ero a metà, quindi l’ho vista passare alla velocità che ti ho detto e che è stata dichiarata dallo speaker. Se poi era 1m o 3m da me, non penso che per te faccia differenza a meno che non vuoi fare polemica… Sta di fatto che era molto vicina. Ma Webber è fatto così, un buontempone!
    Ti confermo che non mi arrivò nessuno spiffero, probabilmente perchè le F-1 tendono a creare turbolenze dietro l’auto e non ai loro lati, credo… Ma questo te lo può spiegare meglio un ingegnere (anzichè un pagliaccio).
    E ti confermo che mi piacque perchè era un’esibizione, NON una gara dove deve vincere il più veloce. Non far finta di non aver capito…altro che pagliuzza.
    E ti ripeto, non sono contro i Gp cittadini (ho anche esaltato Singapore, il cui circuito ho percorso a piedi mentre era in allestimento) ma sono contro l’assenza di spettacolo sportivo, sottolineo sportivo, e la vittoria della noia.

    Io, poi, non critico che trovi affascinante Montecarlo, anche io ho detto che mi sono divertito, e ho anche “ipotizzato” un modo per renderlo più piacevole. Però trovo “poco sportivo” e da “italiano-medio” la passione per la “corsa al massacro”, condita dall’imprevisto, che non fa emergere i veri valori oppure che li fa emergere senza spettacolo; diciamo la meritocrazia sportiva. Ecco, tu da italiano medio non concepisci nè la meritocrazia nè il vero spettacolo. Non ti preoccupare, sei alla moda! Ma ti piace la corsa al massacro. Bhe ti annuncio già da ora che se fanno il Gpo a Roma non lo faranno nel Colosseo… ahah (massacro-Colosseo…capito? 😉 )
    A noi altri, invece, piace la gara con i sorpassi e le vittorie dei più veloci; e ti ripeto che a me Rosberg piace tantissimo come pilota. Insomma a Montecarlo gare come quella di Schumacher ad Imola 2005 non si possono avere.
    E vengono esclusi Gp come Mugello, A1ring e tanti altri che sono stati elencati da altri che sono fantastici.
    La F1, invece, dovrebbe contenere i costi per aumentare le gare!
    Io, infine, non attribuisco alle parole significati diversi, pensare significa pensare, hai ragione. Ma a “pensare” gli attribuisco, però, lo stato mentale a cui si riferisce il pensiero; il tuo pensiero è quello di chi vede la corsa di Montecarlo aspettando il botto.
    Guarda che non ti biasimo, mi rendo conto che dopo aver pagato il biglietto un minimo di spettacolo uno lo pretenda.

  9. Non era affatto una battuta quella della F-1 a 269km/h; si trattava di uno Show run che fecero le Red Bull in varie città. Perciò invitavo a vivertele, anzichè fare lo spara-posa dicendo che sei stato a Monaco.
    Io stavo vicino la transenna e l’auto passo a circa 1metro, e l’autovelox segnò i 269km/h. Fu bellissimo perchè non mi arrivò neanche un alito di vento Ma tu che ne vuoi sapere… Sei abituato al terrazzino di Montecarlo… Ahah

    Mengo, poi. non stende nessun tappeto rosso, altrimenti sarebbe in ritardo di 12 anni. Cosa improbabile per un giornalista. Si è limitato a dire che il Gp di Montecarlo è noioso, controprova è la vittoria di un outsider.

    Hai travisato anche la metafora: il film sarebbe il Mondiale, il Gp di Monaco la pubblicità. Ti confermo che non mi sono alzato dal divano perchè mi sono addormentato, complice la differita delle 21 (altro motivo di noia se si fosse conosciuto il risultato prima…).
    Anche se fossi rimasto sveglio lo avrei guardato, sono onesto, ma come dice anche Mengo l’appassionato vuole vedere le prestazioni, non chi esce per ultimo… A te piace la “corsa al massacro” evidentemente, ed è inutile che ti appigli alla semantica.
    Pensare “adesso si schianta” vuol dire vivere il Gp con il sentimento di attesa per l’imprevisto. C’è poco da fare. Io, invece, negi altri Gp dico “adesso sorpassa”. E’ ben diverso…
    Le F-1 passano a pochi millimetri anche sugli altri circuiti ma lo fanno, non rispetto ai muretti, ma rispetto ai cordoli dove non c’è rischio. Anche lì esclami “adesso si schianta”? Non credo… Ergo, a Montecarlo attendi il botto. Se vai da uno psicologo te lo confermerà!
    A noi che attendiamo i sorpassi dei più veloci, questo è un modo di correre che non piace, ma soprattutto, è un modo che odiamo perchè limita i sorpassi. Conferma ne è che anche i piloti non sorpassano perchè hanno paura di fare il botto!

    E continui ad essere in mala fede, perchè continui a dire che Mengo è di parte solo perchè dice una verità, forse ovvia, ma che nulla ha a che vedere con la Ferrari. Ti ripeto, Mengo non ha mai scritto che il Gp di Monaco era noioso quando hanno vinto i vari Vettel, Alonso su Renault, etc.
    Con questo chiudo, non voglio inquietarti ancora nè più del Gp di Montecarlo… ahah

  10. @Sinarchi…

    Vedi l’ironia, è una di quelle cose che non possono essere spiegate a parole… E’ come lo humor: o ce l’hai, o non ce l’hai.

    Infatti, la “battuta” della F1 a 269Km/h, che ti passa ad un metro di distanza, è penosa. A meno che Tu, non sia un Guard-Rail…

    Per il resto, scrivi amenità, note da anni… Non sei d’accordo sul fatto, che Mengo (ed in genere, tutto sportmediaset), stenda il solito tappeto rosso, alle imprese di Alonso?

    Ed un bel chissenefrega, ce lo scriviamo? Tu rimani sulle Tue, che io rimango sulle mie…

    E poi Ti ricordo, che se un film fà pena, una persona “normale” si alza, e se ne và! Non aspetta la pubblicità… Se giudichi il GP di Montecarlo, come hai lasciato intendere, avresti dovuto andar via, dopo appena 2/3 giri.

    Si chiama coerenza…

    Oltretutto, pecchi anche in lingua italiana: mi dici dove ho scritto che io “giudichi divertente il Gp perchè c’è il rischio di un botto contro il muro”??? Ma dove accidenti, lo hai letto?

    Io ho scritto, una cosa ben diversa! E se NON capisci neanche l’italiano, figuriamoci l’ironia!

    Otto-Volante il 28/05/2013 ha scritto: “ad ogni curva pensi: adesso si schianta… adesso si schianta… Ed invece no, girano nelle curve, in modo assolutamente innaturale, sfidando tutte le leggi della fisica! E questo, affascina in modo incredibile.”

    Il verbo PENSARE, ha significato TOTALMENTE DIVERSO, dal verbo DIVERTIRE!!! Quindi, cortesemente, NON mettermi in bocca parole, frasi o concetti, che NON ho mai espresso…

    Giusto per farti capire, quanto la Tua “versione” fosse sbagliata… Quella frase, significa che si rimane affascinati dalla tecnologia, che permette alle F1, di fare cose apparentemente impossibili. Anche in confronto, ad altri circuiti.

    Lo avevo scritto a chiare lettere: “E questo, affascina in modo incredibile”…

    Oltretutto, stai facendo polemica inutile, senza nessun motivo, in quanto avevo già scritto che il GP di Monaco, poteva essere visto sotto due aspetti, completamente diversi.

    P.S. – La frase di apertura, del mio secondo post, era lampantemente ironica… E Tu, ci hai fatto sù, un discorso sulla mala fede… Contento Tu…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *