Ducati, serve una svolta

Sembra passata una vita da quando Carlo Checa ha strappato l’unica Superpole della stagione a Tom Sykes. Eppure si era solo a Phillip Island. La tensione nei box Ducati c’è, le divergenze tra la casa di Borgo Panigale e il team Alstare non sono un mistero. Il punto di vista dell’azienda è che a Bologna ci si occupa dello sviluppo, mentre l’Alstare deve semplicemente mettere le moto in pista. Patti chiari e amicizia che però potrebbe anche non essere lunghissima visti i risultati. Rispetto all’Australia, oltretutto, Checa – il pilota di riferimento assoluto – è calato, le botte prese lo hanno portato a fermarsi a Monza e nel  round due di Donington.

A Carlos potrebbe servire anche un’operazione per l’edema osseo alla testa dell’omero, situazione che però si vuole evitare a stagione in corso e che comunque sarebbe molto pesante per un pilota di quasi 41 anni. La sveglia deve però suonare al più presto se Gobmaier, direttore di Ducati Corse, vorrà dare un senso a questa stagione 2013. Sveglia o campanellino anche per Aprilia. Sempre veloce, sempre consistente, ma il tesoretto di Guintoli sta man mano svanendo.

Alessio Conti

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

26 risposte a “Ducati, serve una svolta

  1. ducati è la moto che ha vinto più di tutti in superbike…servirà un pò di tempo ma torneremo in vetta,sempre che gli altri, trovata una moto vincente non ce la stravolgano con nuovi regolamenti…in tutto il giappone non esiste una terra bella come la nostra emilia…dai plasticoni non abbiamo nulla da imparare…w l’italia

  2. la ducati con il motore portante ha già fallito in motogp e lo abbiamo visto, ora in sbk stà facendo lo stesso, il bicilindrico ha i suoi limiti… basta con queste soluzioni anticonvenzionali….io mi domando sempre se la soluzione del motore portante fosse stata vincente, pensate che la Honda con i suoi mezzi non l’avrebbe sviluppato e messo in pista???

  3. @69Ducati…

    Quello che dici, è condivisibile, perchè non c’è dubbio che Ducati abbia scritto la “storia” della SBK.

    Però, bisogna vedere TUTTA la situazione, cercare di vedere a 360 gradi, i motivi dei successi, ma anche degli insuccessi…

    Non sò quanti anni hai, ma io quando i Jap diedero l’assenso al cambio regolamento (mi pare fosse il 1988, le Bicil arrivarono a 999cc, contro le 750cc 4 cil con peso ben maggiore), io feci un salto dalla sedia, e mi capottai 2/3 volte! Possibile, che i Jap fossero così “pazzi”, da concedere un vantaggio simile alla Ducati?

    IMHO, i Jap in quell’occasione peccarono (enormemente) di presunzione… E la Ducati li bastonò a sangue per decenni (quasi 2…). Il passaggio alle 1000cc, era già al limite per Ducati… La “perfezione” termica si ha circa a 450/480cc, ed un motore da 1200cc (600 + 600cc), comincia ad essere un pò troppo distante.

    Ciò nonostante, il motore della Panigale, è fantascientifico per quanto riguarda potenza unitaria, e sopratutto velocità lineare dei pistoni… Roba che i Jap, stanno ancora cercando di capire!

    Il problema, è che i regolamenti sono cambiati… E Ducati, si doveva opporre, in tutti i modi- ANCHE MINACCIANDO IL RITIRO DALLA SBK – a questo regolamento, scritto per far vincere le Jap.

    Da sempre (o quasi… Visto il Team Castrol-honda, in pratica ufficiale, mazzolò 2 volte le Ducati con la MERAVIGLIOSA RC-51 1000cc, guardacaso 2 cil a 90 gradi…), i Jap NON partecipano ufficialmente alla SBK. Ma in questi 2/3 anni Kawasaki, Aprilia e BMW, hanno investito di più…

    Se le Jap, scendessero in campo “ufficialmente”, come fà da sempre la Ducati, IMHO non ce ne sarebbe per nussuno: come in MotoGp… A questo aggiungici che TUTTE le 4 cilindri Jap, NON sono “nate per correre”… Sono moto che fanno tranquillamente 80/100.000 Km, se non portate in pista ogni giorno.

    Le Ducati SBK, DA SEMPRE, sono disegnate unicamente per il risultato in pista. Ed i cicli di vita dei motori, sono lì a dimostrarlo.

    Non c’è dubbio che Ducati in SBK, abbia investito e speso 100 volte più che le Jap… Ma forse, i tempi son cambiati, e i Jap non vogliono essere mazzolati da BMW e SOPRATTUTTO da APRILIA!!!

    E ti ricordo, che alla honda, l’Aprilia stà proprio sulle balle, per la nota vicenda 125/250cc a 2T… Dove la honda, insieme a quel “brav’uomo” di ezpleta, ha cancellato il 2T dal Motociclismo. Come prima aveva fatto con il Cross (honda CR450R e CR150F, ed il Trial…), CON LA NETTISSIMA OPPOSIZIONE DI APRILIA! Aprilia da sempre, spina del fianco honda.

    Coincidenze? Non credo…

    Per finire: la Panigale, è stata fatta per correre e vincere in WSBK… Se non vince là, si può considerare un fallimento. E non c’è dubbio che come struttura, la Panigale sia similissima alle MotoGP post 2008 dotate di telaio monoscocca (ma in carbonio), e motore portante…

    Basta vedere i disegni tecnici.

  4. Per quanto concerne la Panigale è la moto piu’ potente a livello stradale e votata come miglior moto dell’anno…vero in SBK allo stato attuale non ci siamomancora ma non credo che sia una ciofea non vedo tanta differenza da una yamaha o honda di qualche anno fà…in superstok è una moto affidabile veloce potente vince ed è sempre nei primi tre posti anche questa è una moto con timbro Preziosi credo che ne abbiano già vendute moltissime molto piu’ di qualche blasonata honda o yamaha…tempo al tempo…poi sai come si dice non tutte le ciambelle nascono con il buco potrebbe accadere che la Panigale non digerisca la SBK pur digerendo la STK…

  5. certo dire che fosse sbagliato l’assioma Ducati-Preziosi vuol dire non aver capito nulla della storia Ducati-voglio ricordare che Ducati è la casa che ha vinto piu’ mondiali in SBK credo 17 quando Aprilia vincerà tanto potremmo riparlare la tanto decantata BMW non mi sembra che abbia vinto ancora un Mondiale, idem per la Yamaha ne ha vinto uno con Spies ma per demerito di Haga che è caduto tre voltre nell’ultime quattro corse dell’anno yamaha poi addirittura si è ritirata…solo honda può dire la sua anche se solo con sei titoli..Preziosi è colui che ha aiutato ed aiuta perchè i progetti sono ancora suoi a far vendere tante ma tante Ducati sportive e da strada…che altre case si sognano…è la storia ultima…la MotoGp non centra niente è un prototipo quella che piu’ assomiglia alle nostre moto stradali è la supersport la superstock ed in tante cose anche la SBK il resto cioè in motoGp conta solo il pozzo di danaro se ne hai tanto… vinci… altrimenti ti devi accontentare una volta ogni tanto di qualche gara…

  6. Biaggi non credo che possa risolvere un gran che…

    Intanto con Ducati non è mai andato particolarmente d’accordo (parlo della moto) e poi il problema continuo a sostenere che sia la base.

    Hanno voluto derivare la moto di serie dal fallimentare progetto MotoGP e questo è il risultato.

    Anche Troy, che non è proprio l’ultimo dei fermi, ci ha fatto diversi chilometri e non è mai stato entusiasta della moto.
    Il progetto ha notevoli limiti e spinto al limite non regge il confronto con la concorrenza.

    Poi magari risolveranno magicamente tutto ma non sono così fiducioso, purtroppo

  7. non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire ….e voi siete così …..senza offesa …ma ribadisco che in queste condizioni l’unico che può risolvere la situazione >Ducati è Max Biaggi, di gran lunga superiore a tutti i piloti in circolazione

  8. murano35
    sei solo un ducataro senza speranza…
    1)max con ducati nn ha mai entusiasmato
    2)checa guida ducati da svariati anni
    3)checa con ducati ha fregato il mondiale a max anche se aveva un aprilia campione del mondo.
    4)lo capite o no che la panigale è uno schifo di mezzo?
    se e quando ducati apportera modifich@ alla moto allora forse tornera a vincere

  9. @Murano35…

    Rubèn Xaus, che era un pilota “onesto”, ma certamente NON un campione quale è Biaggi, con la stessa moto (compagni di Team) ci ha vinto, ed è (come tante volte Biaggi) andato anche a podio.

    Quindi, le prestazioni del mezzo, non sono in discussione.

    Se non erro, a Biaggi in quell’anno, ne capitarono di tutti i colori… Roba da fare la bambolina Voodoo! 😉

  10. ma per favore Meteor !!! quella era una Ducati clienti e non valeva le ufficiali…..se l’Audi non avesse detto no, ora Max sarebbe su quella moto e i risultati sarebbero ben diversi….poi pensatela come è giustopche sia, come volete …ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *