Vale a metà

A Valentino Rossi manca un pezzo. Che sia pro tempore o per sempre è la questione sulla quale compiere una scelta, di fiducia oppure no. Noi e voi. Il fatto certo è che tre spagnoli si stanno spartendo il Mondiale della MotoGp, un inglese li insidia cadendo e rialzandosi, mentre il migliore degli italiani non è più il migliore del mondo. Ma suggerire a Rossi un ritiro nel momento della lotta singifica semplicemente non conoscerlo a sufficienza. Non sapere che, fino a prova contraria, è dotato di una sicurezza nei propri mezzi e di un realismo così solido da batterci tutti quanti seizeroseizero. Continua a leggere