Lorenzo è il pilota più completo

Se nella sfida Honda-Yamaha fa testo anche la condizione dei rispettivi secondi del box, gli arancioni brindano sereni: vedi il terzo posto a un secondo e mezzo di Pedrosa, contro il quarto a 13 secondi di Rossi. Se poi un Marquez ferito di fresco è in grado di fare ciò che ha fatto ieri, gli stessi arancioni di prima ne stappano un’altra, pensando a Misano del 15 settembre. Questo per dire che un Lorenzo stellare, su una M1 in ritardo tecnico, può non bastare. E se anche tra 15 giorni dovesse arrivare il famigerato seamless, tra 15 giorni ritroveremo un Marquez pulito e profumato, senza fasciature alla spalla ma nella versione fascio di nervi che ormai conosciamo a memoria. Cosa può cambiare?

La testa e l’abitudine a lottare per i mondiali di MotoGP, forse: due elementi che potrebbero avvantaggiare i 26 anni di Lorenzo rispetto ai 20 di Marquez, soprattutto nel caso si limasse il vantaggio di 39 punti del Piccolo diavolo, fino ad arrivare a giocarsi tutto nelle ultime due o tre domeniche. Quel Piccolo diavolo che seppur prescelto e illuminato, sempre piccolo – anagraficamente – rimane e capace magari di scivolare in qualche imprecisione, vedi i due punti di penalità incassati per non aver rallentato in regime di bandiere gialle dopo il volo di Crutchlow, facendo perdere tra l’altro dieci anni di vita ai commissari che se lo sono visto rotolare addosso.

Insomma, siamo ai dettagli e alle ipotesi, alle quali si arrampica anche il pilota più completo del momento che è poi Lorenzo. Perché di un affare tra loro due si tratta e non ce ne voglia Pedrosa, puntuale nel lasciarsi scappare l’ennesima occasione, per non dire obbligo, di vincere una gara alla quale si presentava con le premesse migliori per farlo. Pesano molto di più i suoi 30 punti di ritardo rispetto ai 39 di Jorge, perchè è meno difficile aggiungere un paio di sviluppi tecnici a una moto, che puntare su un’attitudine vincente sempre incompleta o comunque meno netta di quella firmata Marquez e Lorenzo.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

63 risposte a “Lorenzo è il pilota più completo

  1. curricurri64
    le chiacchiere le fai solo tu vuoi i fatti sito uff cronologia storica paragrafo anni 60

    Appena prima dell’era moderna i piloti correvano in più categorie e Agostini conquistò ben 10 titoli (su 15 totali)

    è tutto on line e sul sito uff ti bastano i fatti???? allora dimmi chi è che spara palle e fa solo chiacchiere?

  2. vadopianolorono: credi pure, io credo a quello che ha detto Marquez, ovvero che a fine gara gli mancava la forza e faceva molta fatica nei cambi di direzione da sinistra a destra. E guarda caso l’ultima curva in cui Marquez va largo è peceduta da un cambio di direzione sinistra-destra!!

  3. gauloises: e poi no, credo che in gara a Marquez la lussazione curata e sistemata in maniera impeccabile, non gli abbia impedito di correre al massimo delle sue potenzialità!!!!
    Questo è quello che penso, anche perchè un conto è la fatica, cosa diversa è il dolore, e come guidava Marquez non ha mai dato segni di un calo visibile per il dolore alla spalla!!!

  4. Anche, come mi è capitato di sentire Beltramo, Meda, Temporali (che cert non è un vero e proprio fan di Rossi) Cereghini fare grandi elogi a Stoner e alla sua guida.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *