Alonso, il titolo è andato

L’anno scorso Alonso archiviò la pratica Monza con un terzo posto che gli garantiva comunque 39 punti di vantaggio su Sebastian Vettel. Come andò a finire in Brasile è scritto negli annali della Formula 1. Terzo titolo mondiale di fila per il biondino con lo sguardo di Nando perso nel vuoto, un pilota distrutto che non poteva credere di aver perso ancora una volta nella volata finale. Dodici mesi più tardi a Monza Alonso ha fatto un saltino in avanti, secondo, ma la classifica del campionato è pessima: 53 punti di distacco, il che significa due vittorie abbondanti di differenza. Insomma lo scenario tende decisamente alla dominante scura, nonostante l’impegno di un pilota che di sabato perde le staffe ma che di domenica sa sempre mettere in pista qualità e sostanza fuori dalla norma.

Ma come gli ha comunicato via radio l’ ingegnere di pista Andrea Stella, lottare come un leone a Nando non è servito a vincere. Quindi resta la sensazione di un mondiale che ha preso un’altra direzione per il quarto anno di fila, con il pesante carico di rabbia e di frustrazione che il pilota si porta appresso. Il tutto su una pista che alla vigilia sembrava più adatta alle caratteristiche della Ferrari, prima di affrontare tracciati che potrebbero far riemergere i cronici punti deboli di una macchina, quando il carico aerodinamico diventa fondamentale. Calcolatrice alla mano per calare il poker mondiale a Vettel basterebbe piazzarsi sempre al secondo posto nelle ultime 7 gare, anche se Alonso le vincesse tutte. Ipotesi, entrambe, di difficile realizzazione. Soprattutto la seconda.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

25 risposte a “Alonso, il titolo è andato

  1. Rido.
    Rido perche’ Roby1964 ha detto una santa verita’.
    Vince la macchina migliore, non necessariamente il pilota.
    Vettel e’ scarsino, se guidasse la Ferrari di quest’anno sarebbe esattamente dove sta ora Massa, non Alonso perche’ Fernando e’ un combattente mentre il Seb se non e’ avanti va in crisi.
    Sono 49 anni che guardo le corse in F1, conobbi Rindt a Monza (la ditta di mio padre era una degli sponsor). La macchina vince, il pilota aiuta!

  2. Accidenti! Ora, con il ri-arrivo di Raikk, mi tocca tifare ferraglia? Al peggio, non c’è mai fine… 🙁

    P.S. – Mi spiegate perchè, “capello-scalciante” Montezemolo, ha ri-ingaggiato Kimi, dopo averlo apostrofato come ubriacone nullafacente? Forse, vuol pagargli un altro anno a casa, per altri 5/7 milioni di €?

  3. @ Otto-Volante , visto che sei andato a pesca aggiungo anche che dopo il primo pit, Alonso e Massa avevano lo stesso passo gara.. Alonso la differenza non l’ha mai fatta, i risultati che ottiene in gara son gran parte merito della F138, che come la Lotus, sacrifica la prestazione sul giro secco per poter andare forte in gara ( valeva anche per a F2012 ), ma per ragioni a me sconosciute, si preferisce dire che Alonso è un leone, e che la F138 sia l’equivalene di un Ape cross.

  4. bion 93
    io a differenza tua guardo i gran premi perchè amo gli sport motoristici.
    non tifo per nessuno e mi godo tutte le gare chiunque vinca.Ho apprezzato Hamilton che reputo emozionante per come guida.
    voi tifosi ferrari esaltate i vostri piloti ma non siete obiettivi.
    penso che alonso faccia la differenza con massa come vettel la fa con webber.
    comunque anche schumacher ha vinto il titolo in ferrari al suo quinto anno quindi sperare nel prossimo anno è lecito-
    se 93 è il tuo anno di nascita allora dovresti documentarti sulla storia della F1.da sempre vince chi ha la macchina migliore.ciao

  5. @bion93
    Senna con la Ferrari di quest’anno avrebbe già vinto almeno 6 gare, non paragonare la pupù con il cioccolato fondente.

  6. Premetto, che ho visto la gara, FINO AL MOMENTO IN CUI MASSA, HA APERTO UN’AUTOSTRADA PER FAR PASSARE ALFONSO… Dopodiché, sono andato a pescare allegramente, anche se francamente disgustato…

    La domanda é: ma perché TUTTI (i giornalai…) dicono, che Alfonso ha fatto una gara da leone, se quel FERMO TOTALE di Massa, andava meglio? E si é pure “accostato”, per farlo passare?

    Ed aggiungo: perché continuate a dire, che la ferraglia sia cosí inferiore alla RB, se poi (il sempre FERMISSIMO) Massa, fá il risultato che ha fatto? Con la gara che ha fatto?

    Se la logica, NON é un’opinione, le ipotesi sono solo 2:

    1) – Massa, é un PORTENTO DI PILOTA!

    2) – Alfonso, NON é quel gran manico, che tutti dicono… O quantomeno, “gliel’ha data sú”.

    P.S. – (ci sarebbe una 3a ipotesi: Alfonso, ha esaurito TUTTE le forze, da quando a casa sua si parla solo russo… 😉 )

  7. @robertovinci…

    Quello che dici a proposito di Newey, é verissimo… Ma anche sbagliatissimo!

    Newey, per quanto genio sia, le ha (anche…) prese di santa ragione da un altro “mostro sacro”, di nome R. Byrne….

    Il problema ferraglia, É CHE NON C’É UNA SCUOLA DI PROGETTAZIONE PROPRIA! Comprano tecnici, giá belli e fatti, da altri (e poi li perdono, perché trovano ingaggi maggiori = MERCENARI!), e fon fanno “scuola”.

    La ferraglia, dovrebbe avere un proprio “parco tecnici”, che si “alleva” da sola. In Italia, NE SONO CERTISSIMO, di gente in grado di competere con Newey ce n’é a bizzeffe. Solo che restano nell’ombra. Per sempre.

    La RB, per quanto giovano, HA PER PRIMA COSA PUNTATO TUTTO, SU UN PARCO PILOTI E TECNICI PROPRI… Newey, é solo la punta dell’iceberg, perché tutti i tecnici sono di altissimi livello, e MOTIVATISSIMI… Tutto il contrario, di quelli ferraglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *