C’è stampa e stampa: Meda sulla diatriba Misano-Imola

Venerdì sera a Misano dal palco dell’Arena 58 ho fatto una dichiarazione d’amore pubblica e sincera al Gran Premio più bello della stagione. E’ accaduto davanti a qualche migliaio di persone. Il sabato ho rincarato la dose in diretta TV, dicendo che quello rivierasco è il GP più vivo e accogliente dell’anno e che sarebbe un peccato vederlo uscire dal calendario per non aver pagato l’importo con cui si realizzano al massimo un paio di nuove rotonde. Ieri invece, riprendendo un ‘intervista che ho rilasciato all’agenzia DIRE, alcuni giornali di Romagna mi hanno fatto apparire come un sostenitore (cerchiobottista, ma sostenitore) del trasferimento del GP da Misano a Imola. Quindi oggi, un po’ dubbioso delle mie facoltà mentali, mi chiedo: mi son rincretinito in meno di 72 ore o è stato distorto (o omesso) qualcosa ?

Misano vorrebbe aggiudicarsi il rinnovo. Il rinnovo costa tre milioni l’anno. Due li mette l’impianto, mentre il milione mancante è da spartire tra le amministrazioni di San Marino e di Rimini. Poca cosa, fattibile volendo, anche se al momento manca un po’ di decisionismo.

Approfittando, come è legittimo aspettarsi, dei dubbi politici di Misano, Imola si inserisce nella candidatura. E’ una bella pista, storica, affascinante, da adeguare un po’ in nome della sicurezza ma con la volontà di provarci.

Al giornalista della Dire racconto: “Non mi voglio infilare nel dualismo tra i due impianti. Non è il mio ruolo. Dico che l’optimum utopistico sarebbe avere un GP a Imola ed uno a Misano. Laddove però Misano è decisamente più adatta ad un GP di fine estate per collocazione geografica, ricettività alberghiera e attrattiva”.

Il giornalista mi chiede: “Ci sono alcuni che dicono però che i romagnoli di Misano sono più simpatici di quelli di Imola. Cosa ne pensi?” Rispondo: ” Che sciocchezza. Come si può giudicare sulla base di un discorso così? Non mi pare normale valutare sulla simpatia o discriminare due province della stessa regione in base alle doti umane. Ma che discorso è? Assegnare il GP a Misano perchè son più simpatici che a Imola? Non può essere un criterio.”

Il giornalista riporta la mia dichiarazione omettendo però di pubblicare la propria domanda e il mio pensiero si ritrova sintetizzato su alcuni giornali locali più o meno così: “Meda sostenitore di Imola, sono simpatici anche loro”.

Ribadito che non faccio classifiche di simpatia tra Imolesi e Misanesi, ribadito che a Misano si sta benissimo come in nessun altro GP della stagione e che non ho nulla contro l’inserimento di Imola in un eventuale futuribile calendario ho deciso che: non risponderò MAI PIU’ a nessuno della stampa locale romagnola che mi voglia intervistare. E vissero tutti felici e contenti.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

9 risposte a “C’è stampa e stampa: Meda sulla diatriba Misano-Imola

  1. @ Guido Meda
    La censura è una bella cosa,mi ricorda gli anni ’70,Sheene,Agostini,K. Roberts,Mamola,Lucchinelli,la Honda 400 four,il Morini 3 e 1/2,Grease,la Rai in bianco e nero etc etc.

  2. Concordo con misteright, Guido Meda continua cosi’ che per quanto mi riguarda ti considero quasi di famiglia avendo assistito e ascoltato le tue telecronache!

  3. Ci mancava il commento del solito tifoso di Stoner … non credo che Meda non sia obbiettivo; si è vero è tifoso di Rossi ma non ha mai detto che Stoner fosse un asino… in effetti nel 2007 con gomme diverse, elettronica superiore della Ducati ma soprattutto il manico di Casey vinse il mondiale, da levarsi il cappello! io sono tifoso di Rossi ma sono obbiettivo e mi piacerebbe lo foste anche voi ! Un nove volte irridato non si può discutere mai!

  4. Per aliota
    Ma come è’ possibile che ogni volta bisogna mettere di mezzo Valentino ? Che Misano sia un gp fantastico per tutto e’ vero? Ci sei mai stato? Poi dimmi perché alcuni, fortunatamente pochi italiani , c’è l’hanno sempre con Valentino ? Sai Valentino che piaccia o no e’ un 9 volte campione del mondo e dovrebbe essere un orgoglio per noi italiani… Boh non capisco

  5. Caro guido sei un ottimo giornalista nonché anche un bravo scrittore e sicuramente le tue telecronache dei MotoGP danno un tocco di eleganza e competenza ma soprattutto di simpatia ad uno sport bello e genuino….. Come genuino mi apparì tu come persona e giornalista! Penso alle telecronache della F1 che noia! Quindi vai avanti così e fregatene di questi piccoli e mediocri giornalisti…. Tu sei il Valentino delle telecronache sportive…. Grazie e solo grazie

  6. Caro Meda, CHE DIRE ,concordo con lei.
    Dopotutto io che sono da questa parte della barricata,il sospetto che non tutti i suoi colleghi( e mi riferisco a vari settori,politica, cronaca,etc) abbiano un comportamento eticamente corretto l’ho sempre avuto.
    Ora, la sua precisazione non fa che confermare quanto sopra .
    Non se la prenda e Buon lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *