L’ultima follia di Ecclestone. E chi lo critica…

L’ultima gara con punteggio raddoppiato? Roba che l’ambiente della Formula 1 ha giudicato una vaccata. Ma a Bernie Ecclestone non basta. Nonostante gli 83 anni consegnati all’anagrafe il vero padrone del circo annuncia che le corse premiate con doppio punteggio dovrebbero essere addirittura 3, le ultime ovviamente. Da vendere c’è uno spettacolo che perde i colpi e che costa un sacco. Agli organizzatori, alle televisioni, al pubblico. Quindi? Quindi una volata finale con 150 punti potenziali ancora in palio terrebbe in vita un baraccone già al limite, nonostante le regole artificiose e i magheggi per tenere alto il livello della spettacolo. Il problema a questo punto non è più Ecclestone, ma chi va avanti a criticare l’operato di Ecclestone eppure continua a lasciarlo dov’è. Insomma servirebbe un minimo di coerenza per salvare uno sport che negli ultimi anni, a partire dall’era Schumacher, si è dovuto inventare soluzioni al limite del ridicolo pur sopravvivere. Altrimenti è meglio il silenzio.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

6 risposte a “L’ultima follia di Ecclestone. E chi lo critica…

  1. Uno dei pochi che ha avuto un briciolo di coraggio è stato Vettel, nonostante questa situazione gli potesse stare molto comoda, vista la superiorità sua e di Red Bull che difficilmente verrà limitata già dal prossimo anno..

  2. io lo dico ogni volta che mi si presenta l’occasione…quest’uomo ha distrutto la F1 proprio a partire dalla fine dell’era Schumacher, ha introdotto regole cervellotiche, ha preteso ad esempio le gomme che si sfaldano dopo un tot di giri, ormai non si sorpassa più se non con un marchingegno, drs o kers che sia ecc. e i piloti sono diventati dei meri esecutori, dei conducenti di robottini. avrei voluto vederlo il buon seb ai tempi di senna e Mansell….secondo me sarebbe arrivato anche dietro al buon ivan capelli…..

  3. IO sono uno dei tanti che ha perso interesse per la f1 .
    Sinceramente non riesco a vedere nessuno che possa gestire la cosa perché a mio parere si deve puntare sulle abilità non sui mezzi ,sia per quanto riguarda i piloti ,le auto, le regole e soprattutto i soldi .
    Mettiamo un tetto al buget da cui escludere l’ ingaggio dei piloti ,facciamo regole chiare e definitive ,puniamo veramente i trasgressori e non aiutiamoli come succede ora , diamo i mezzi alle squadre per testare gomme e modifiche ,ristabiliamo la concorrenza tra fornitori di gomme etc. ,cerchiamo di rendere la f1 alla gente e non ai miliardari .

  4. Scusate molto ma il problema è proprio lui ma forse nessuno ha il coraggio di dirlo,si può dire come prima cosa che se gli introiti del baraccone venissero suddivisi in maniera giusta ci sarebbe più rispetto verso i team.Bernie non dico che abbia fatto il male della formula 1 anzi………………….ma lui non è eterno!.Abbiamo nel circus altri uomini che possano tranquillamente gestire il futuro della f1 e parlo di briatore,che penso stia pensando di tornare in questo mondo.Poi non dimentichiamoci chìì siano i veri protagonisti di questo show…………………parlo dei piloti,che giustamente mettono sul piatto anche la loro voce ma molte volte non udita!.Finiamo con il discorso sicurezza e gomme,visto il macello di inizio mondiale e credo ci sia bisogno di un altro fornitore più affidabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *