Brindisi di Massa

massaE’ pure figo ora Felipe Massa 2 La vendetta! Tutto glamour e jet-set, infiocchettato com’è in quelle leggendarie e strepitose strisce Martini Racing. Carico, più convinto del solito, anzi più convinto di sempre, nel parlare di mondiale come obiettivo e di vittorie come mezzo per arrivarci. Aggiungi che sotto quelle stripes c’è tanta roba, inteso come potenzialità barra affidabilità della nuova Williams… ma non è che Felipe mi punta al colpaccio a Melbourne? Come? Il colpaccio mondiale? Bè, adesso su due piedi, sembrerebbe troppo, però: chissà cosa ne pensano in Ferrari della nuova vita del loro accompagnato alla porta. Non vogliamo riaprire vecchi capitoli, sia mai, sul talento, gli anni senza vincere, eccetera: constatiamo solo un nuovo lustro che, con un Mercedes alle spalle e quella storia rosso-azzurro-blu sulla livrea, fa pensare in grande. Massa davanti a Raikkonen?
Massa davanti ad Alonso? Certo, c’è da fare i conti con i labirinti elettronici che potrebbero sorprendere praticamente tutti in Australia, ma a maggior ragione: due euro (e un oliva) sul Martini?

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

Una risposta a “Brindisi di Massa

  1. Mi dispiace ma dopo Senna nessun brasiliano e stato all’altezza di portarsi a casa il mondiale. Massa, così come per Barrichello, non fosse stato per la macchina, cioè la Ferrari probabilmente non avrebbero vinto ne ache 1 gara. Forse può dire la sua nelle prime 2/3 gare, poiché la macchina e più a posto delle altre. Ma sulle lunghe distanze Ferrari, McLaren e Red Bull diranno la loro. Senza contare i signori piloti che le suddette scuderia hanno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *