Magnussen, nel nome del padre

Bi13Rk7CAAA70iBPapà Jan non era a Melbourne per festeggiare il podio al debutto del figlio Kevin. Motivo? Stava correndo la 12 ore di Sebring, 8° di classe al volante della Corvette il risultato finale. A 40 anni Magnussen senior continua a fare il pilota professionista nelle gare di durata, dopo una carriera poco fortunata in Formula 1, dopo aver battuto il record di vittorie di Ayrton Senna nella Formula 3 inglese. Era il 1994, Kevin aveva appena un anno e mezzo ma da quando era nato viaggiava con papà, mamma e lo zio meccanico per le piste di tutta Europa.  Insomma il primo imprinting è stato quello del rumore dei motori, dei vapori della benzina, dell’odore delle gomme. Un predestinato d’accordo, ma il suo percorso non si presentava agevole come quello di altri figli di piloti dal cognome più illustre come Villeneuve, Hill e Rosberg.  Continua a leggere