Ferrari, così Alonso scappa

alonsoA Maranello si pensa a pianificare il futuro con il rischio concreto di trascurare il presente. D’accordo che il presente in questione trascorre sotto la linea di galleggiamento ma sarebbe utile evitare figure imbarazzanti come quella di Silverstone. Due macchine fuori dopo il primo turno di qualifica, zavorrate nella fila 10, non rappresentano certo una visione lucida della strategia. Dopo il congedo di Stefano Domenicali alla Ferrari sono in arrivo altre purghe, ma la situazione anziché migliorare sta peggiorando.Una confusione tecnica e umana che non rintraccia una via d’uscita, con Alonso rassegnato a fare ancora la comparsa dentro 300 chilometri che  è pronto comunque ad affrontare con la stessa cattiveria. Roba utile a sottolineare che l’unico intoccabile resta lui. Intanto la Honda è in agguato perché cerca l’erede di Senna e Alonso ha tanta fame dopo anni di frustrazioni. L’ultimo mondiale l’ha vinto nel 2006 e alla soglia dei 33 anni il tempo a disposizione per il tris è maledettamente poco.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *