Alonso e il Cavallino imbizzarrito

RUEDA DE PRENSAIl Cavallino si imbizzarrisce. “Cifre offensive” e “colpo di sole”, questo il giudizio della Ferrari sulle voci circolanti. A parte che di sole se n’è visto ben poco in questa estate, la pratica Alonso deve essere piuttosto complicata, se normali indiscrezioni di mercato vanno a suscitare tale tipo di reazione. E’ un momento delicato, tutti d’accordo, c’è da rifare, e in fretta una macchina, e c’è da pianificare il futuro anche sul piano umano. Se Fernando ha sparato la cifra, 105 milioni per restare al volante della Rossa fino al 2019, quando avrà 38 anni e sarà praticamente a fine carriera, le motivazioni ci possono anche stare, soprattutto da quando il presidente Montezemolo ha dichiarato, anzi ribadito, che lo spagnolo è il miglior pilota al mondo.In assenza di garanzie sulla competitività del mezzo che non possono ovviamente esserci, con un digiuno da titolo mondiale che nel 2015 toccherà il decimo anno, non è cosa fuori dal mondo alzare il tiro delle richieste economiche, soprattutto in presenza dell’offerta Honda McLaren. Vista dall’altra parte, nulla vieta di pensare che a Maranello ci si chieda quanto potrà andare avanti Fernando con rendimento massimo, al di là degli incensamenti del presidente. E’ logico dunque che sia in corso una partita importante, e che indiscrezioni in uscita possano destabilizzare un po’ la situazione e l’ambiente sempre sotto osservazione. Ma si tratta del solito gioco delle parti, ognuno fa il proprio mestiere.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *