Kimi, il segno della svolta

000_Nic6443169Nono Alonso, 10° Raikkonen. Era l’ultima cartolina spedita a Maranello dalla Ferrari. Oggi il ritorno in mezzo al deserto ha confermato il progresso messo in pista nel 2015. La Mercedes di Hamilton viaggia ancora con un altro passo ma la classifica induce il gruppo in rosso a pensare positivo. Il segnale più chiaro è il secondo posto di Raikkonen, segno evidente del recupero di un pilota che era uscito a pezzi dal confronto con Alonso. E’ uno dei successi della rifondazione del Cavallino che come capitolo prioritario aveva rimesso la squadra al centro del progetto. Continua a leggere

Ferrari seconda forza

AUTO-PRIX-CHN-F1Dopo la festa di Sepang Maurizio Arrivabene aveva invitato tutti a tenere i piedi per terra. Una frase che ha trovato conferma nell’esibizione di Shanghai. Insomma la Ferrari è cresciuta parecchio rispetto all’anno scorso, ma gli uomini in rosso erano consapevoli che il trionfo malese è stato frutto di una serie di fattori favorevoli. Il divario nei confronti della Mercedes si è ridotto, tant’è che in Cina Vettel ha viaggiato a lungo vicino agli scarichi di Rosberg. A sottolineare la differenza nelle prestazioni è stata le seconda parte della gara quando Sebastian ha dovuto abbassare il ritmo, amministrando con saggezza il terzo podio consecutivo. Continua a leggere