Vale e Marc, attenti a Jorge

-Dopo l’autografo sul contratto ha messo il timbro sulla corsa. Gesti necessari e sufficienti per rivedere il sorriso stampato sul volto di Jorge Lorenzo che pareva un pulcini triste e smarrito prima del magico fine settimana di Jerez. E’ la conferma di quanto contino cuore e cervello per questi ragazzi che ogni tanto hanno bisogno di una pacca sulla spalla o di un attestato di fiducia per ritrovare il morale utile per l’impresa. Lorenzo ha affrontato l’asfalto di Jerez con una ferocia che sembrava smarrita. Continua a leggere

La rinascita di Lorenzo

-Dall’esterno sembrano ragazzi indistruttibili ma, talento fuori dalla media a parte, testa e cuore sono identici a quelli di tutti gli altri esseri umani. Ci sta quindi che Jorge Lorenzo possa aver sofferto il ritorno di Valentino Rossi, così come Rossi a suo tempo patì oltre il lecito la concorrenza del giovane Jorge, tanto da abbandonare un porto sicuro come la Yamaha. Con la Yamaha Lorenzo ha appena rinnovato, una firma che sottolinea la fiducia reciproca e che psicologicamente ha offerto la carica utile per mettere le mani sulla pole di Jerez. Continua a leggere

Cartoline MotoGP da Jerez

-Sono cartoline bellissime quelle spedite da Jerez nel corso degli anni e pure la gara di domenica pare promettere bene. Intanto nella prima giornata è tornato a farsi sentire Jorge Lorenzo, che fin qui aveva dato l’idea di attraversare il periodo più caotico della carriera, proprio in coincidenza con il risveglio di Rossi. La frattura alle dita non ha rallentato Marc Marquez che ha una voglia matta di archiviare in fretta il vecchio che avanza per sottolineare che presente e futuro della MotoGP gli appartengono ancora.  Continua a leggere