La crisi senza fine di Marc

Barcellona - montmelo 14-06-2015 motociclismo gran premio GP diUn anno fa a Barcellona Marc Marquez metteva il timbro sulla settima vittoria di fila. 175 punti utili a mettere in cassaforte azioni decisive per il secondo titolo mondiale consecutivo. Dodici mesi più tardi le sequenze consegnate da Montmelò offrono la testimonianza di un pilota in crisi profonda, caduto ancora una volta dopo pochi chilometri, mentre cercava di tenere il passo di chi ha preso il suo posto da supereroe. Le cifre del 2015 sono impietose. Marquez ha vinto una sola volta, in tre occasioni si è ritirato e sono appena 69 i punti in classifica, uno in più rispetto a Bradley Smith. Insomma non siamo nemmeno a metà stagione e Marquez deve fare i conti con un mondiale che ha già preso una direzione definitiva che porta il marchio della Yamaha. La responsabilità del crollo verticale è della Honda certo, ma non risulta che i piloti abbiano mai sottolineato a sufficienza i problemi della moto. Ad alimentare la confusione sono state poi le parole di Stoner. La sconfitta è un concetto con il quale tutti, compresi i fenomeni, prima o poi devono fare conti. Ma la dimensione vissuta quest’anno da Marquez ha i contorni del disastro. Qualcosa che potrebbe mettere a durissima prova la fiducia del pilota nei confronti della squadra e di conseguenza un rapporto che pareva indistruttibile.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

32 risposte a “La crisi senza fine di Marc

  1. domenica il traction, la scorsa la corona, a jerez le gomme finite 7 gare 3 problemi mi sa che fatica ad arrivare alla fine….
    ROBYTITO
    è l’erede di rossi per modo di approccio alla gara, per la disponibilità con tifosi e giornalisti, ha vinto in tutte le classi 125 m2 e mgp ama le moto ed è folle come il 46 da giovane.
    ma rossi l’ha sempre detto: a me nn piace cadere, MM ancora nn ha picchiato duro ma appena si farà male mettera su giudizio come fece lorenzo.

  2. GRANDECASEYPDUCATI
    ma cosa leggi? 2011 e 2007 l’HO Scritto chiaro. Casey era al 1 anno i hrc ma al 6 in mgp…. chamalo rookie se vuoi ma il giovine con la stessa moto ha vinto al debutto in classe regina …
    dai che tra un paio di anni vale si ritira e vi lascia tranquilli i fegati.

  3. ma cosa scrivi meteor ma non lo sai neanche tu ,stoner ha vinto in hrc appena ci si è presentato alla faccia di pedrosa ,ducaudi non arriva a fine gara …a me sembra che tranne domenica (che hanno fatto 4°)ci arrivano bene a fine gara e penso che con stoner la vittoria sarebbe gia realtà .

  4. meteor02…e’ no, tu scrivi un’altra cosa…prima dici che MM è un fenomeno e che e’ l’erede mentre ora è ignorante come CS….sei una bandierina….nel 2004 la moto nn era nemmeno lontanamente paragonabile agli anni precedenti….2011 e 2012 il tuo guru zero vittorie,a proposito di fegato…..36 anni primo ecc ecc….se nn vinci nn conta nulla…il piu forte di tutti ha fatto zero….zero….altro che nn vinceva da 11 anni…..

  5. GRANDECASEYPDUCATI
    se il mondiale nn l’ha vinto su un hrc che l’anno successivo ha fatto vincere un rookie difficile che lo vinca su una ducaudi che non arriva a fine gara.
    ROBYTITO
    il mio guru nel 2004 ha vinto un mondiale su una moto inferiore che nn vinceva da 11 anni…. il tuo ha vinto solo nel 2011 e 2007 con la moto migliore, infatti nel 08,09,10,12 non è pervenuto. 9 mondiai e 4 vice campione in 20 anni a 36 anni 1° nel mondiale, capisco che vi si ammali il fegato.

  6. quante storie,la honda è la regina nel rovinare moto vincenti se a un ingegnere venisse l’idea di mettere il motore sulla ruota anteriore lo farebbe subito ,in quanto, vede che è una innovazione, sia che funzioni o meno

  7. La questione é semplice… MM ha perso buona parte dei vantaggi che la Super-Honda gli ha concesso per due anni…

    Come ho detto a tempo debito. MM é sicuramente un campione, ma la honda era su altro pianeta rispetto alla Yamaha… Oltretutto anche la fortuna sfacciata che aveva sembra avergli voltato le spalle…

  8. Qui ci si dimentica sempre che Stoner un mondiale l’ha vinto con una ducati che come rapporto tra ciclistica e potenza del motore non era proprio il massimo , io vorrei vedere Marquez con una moto come quella . Troppo facile fare lo spaccone con la Honda hrc . Io pagherei una tassa per vedere Stoner sulla gp15 , per me farebbe ancora in tempo a vincere il mondiale .

  9. meteor02…ma il 93 nn era l’unico che poteva emulare il46….fammi un po capire…adesso rotola x la pista…i vantaggi tecnici de che…..abbiamo visto il tuo guru senza vantaggi tecnici che belle figure ha fatto….

  10. Se dopo 2 anni in Motogp, Marquez continua a guidare facendo una marea di errori ed esagerando con le staccate al punto da diventare pericoloso per chi gli sta davanti (quando non gli taglia il cavo del TC) allora c’è poco da fare
    Tra lui e Stoner c’è una grossa differenza: l’australiano quando era in grado faceva sempre LUI il ritmo in gara, mentre Marquez ha bisogno quasi sempre di un riferimento, altrimenti fa un errore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *