Ora la Ferrari è la terza forza

Ferrari's German driver Sebastian Vettel walks from his car after the qualifying session at the Silverstone circuit in Silverstone on July 4, 2015 ahead of the British Formula One Grand Prix. Lewis Hamilton took pole ahead of teammate Nico Rosberg with Felipe Massa in third place.  AFP PHOTO / OLI SCARFFSenza la pioggia il quinto posto sarebbe stato il miglior risultato possibile. Ne sono consapevoli gli uomini in rosso, che dopo la festicciola per il podio di Vettel si sono messi subito ad analizzare i dati di un finesettimana pessimo. Le novità introdotte in Canada non rendono com’era nelle attese, mentre la concorrenza con l’utilizzo di soluzioni tecniche inedite ha fatto un deciso passo in avanti. Così a una Mercedes sempre più irraggiungibile si è aggiunta la Williams, particolarmente solida nella fase iniziale della gara prima di spegnersi nei chilometri finali a causa di scelte strategiche discutibili. Oggi, in condizioni normali, la Ferrari è la terza forza del campionato. Un salto indietro che toglie il buonumore a Maurizio Arrivabene. Il numero 1 del reparto corse immaginava ben altro scenario dopo l’inizio di stagione frizzante. Invece la macchina manifesta i soliti punti deboli, con un affanno perenne sia in qualifica che in gara. Il muretto ha pescato il jolly facendo rientrare Vettel al momento giusto, ma non si può dimenticare che la stessa mossa era stata fatta con Raikkonen con eccessivo anticipo, tant’è che la gara di Kimi , sempre davanti a Vettel, è stata distrutta. Qualche settimana fa l’obiettivo ambizioso era quello di avvicinarsi alla Mercedes, oggi tocca invece tenere sotto controllo il ritorno della Williams. Insomma il podio di Silverstone non deve illudere, da qui alla fine sarà dura salire ancora lassù, soprattutto farlo con regolarità. Un momento delicato che deve servire alla Ferrari come palestra per il futuro perché non tutti gli anni possono essere di transizione.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

5 risposte a “Ora la Ferrari è la terza forza

  1. Di cosa stiamo parlando? Se i grandi strateghi di mclaren(Montecarlo ) e williams (silverstone) non avessero preso decisioni che anche un ragazzino non avrebbe preso ,adesso staremmo parlando di un terzo posto a Monaco e quinto a silverstone…..ma quali progressi? Grandi manager marchionne e arrivabene …..tutto qui??????

  2. Al di là del fatto che concordo che Fernando Alonso dovrebbe twittare e parlare di meno, comincio a pensare che abbia ragione lui dicendo che la Ferrari non ha fatto quel gran salto di qualità necessario a combattere per le primissime posizioni. Detto questo, lui sta sicuramente rosicando, ma dato che l’approdo in McLaren era l’unico prestigioso possibile, si starà facendo sedute intensive di training autogeno per credere nelle risorse (che sicuramente esistono) della McLaren-Honda. Tutto sta a vedere quanto tempo sarà necessario per la squadra per tornare al vertice. Riuscirà Fernando a guidare una macchina in grado di vincere prima che decida di ritirarsi?

  3. La Ferrari quest’anno riuscirà a riprendersi la seconda posizione nel mondiale costruttori…già una vittoria rispetto alla scorsa annata….in F1 non bastano i soldoni dei motoristi per vincere (vedi McLaren-Honda) serve molto altro e la Mercedes oggi è una potenza sotto tutti gli aspetti

  4. pioggia o non pioggia è stata la peggior gara ferrari dall inizio stagione….nelle prime tre gare lottavano per la vittoria ed erano vicine alle mercedes, ora addirittura sono sempre dietro alle Williams e lottano con le red bull….è tornato il gambero rosso…

  5. É incredibile come al momento che la Mercedes si sia accorta che la Ferrari stava salendo la china, abbia aumentato velocemente la potenza del suo PU. Sia sulle proprie macchine, sia su quelle che montano il proprio motore. Oggi si é visto chiaramente quando ache le F.I. riuscivano a passare le Ferrari durante le prime fasi di gara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *