Comunque vada, è già un successo

foto IPP/HOCH ZWEI - Marina Bay 20-09-205; automobilismo formula uno 1; gran premio GP di singapore - Gara ; nella foto Sebastian Vettel - - WARNING AVAILABL EONLY FOR ITALIAN MARKETSiamo già oltre le promesse e le promesse che la coppia Marchionne Arrivabene consegnò al mondo da Maranello nel mese di dicembre dell’anno scorso. Insomma la rifondazione rossa è già un successo con Vettel che a Singapore ha messo il terzo timbro dell’anno, portando a quota 9 le presenze sul podio. Numeri clamorosi. Per comprenderlo basta pigiare il tasto rewind per fare un confronto con l’imbarazzante situazione dell’anno scorso. Un deciso passo in avanti che rischia di portarsi appresso un pesante carico di rimpianti.

Basta dare un occhio alla classifica. Vettel ha 49 punti di distacco da Hamilton, appena 8 da Rosberg. Un gap ridotto, che nemmeno il più ottimista tra gli uomini del Cavallino avrebbe immaginato a estate inoltrata. Uno svantaggio che senza la disavventura della gomma esplosa a una manciata di chilometri dl traguardo di Spa sarebbe stato di appena 34 punti su Hamilton, con Rosberg addirittura dietro. Vero è che la domenica della sfiga colpisce tutti, senza fare distinzione di marchi. Lo ha fatto con Rosberg a Monza e con Hamilton a Singapore. Adesso, quando mancano 6 esibizioni alla fine, Vettel avrà la possibilità di provarci con la mente sgombra da cattivi pensieri visto che ha poco da perdere. Dall’altra parte la Mercedes offre la sensazione di un affanno imprevisto, un calo improvviso che potrebbe alzare la tensione a livelli pericolosi.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

5 risposte a “Comunque vada, è già un successo

  1. La Mercedes possibilmente giocava di astuzia sulle pressioni delle gomme visto il controllo effettuato a Monza?
    Vediamo il prossimo GP di F1.
    Forza Ferrari.

  2. D’ ACCORDO CON L’ ARTICOLO, L’ AGO DELLA BILANCIA PENDE MOLTO MENO IN FAVORE DELLE MERCEDES. PERO’ TUTTI I FERRARISTI SANNO BENE CHE LA MACCHINA MIGLIORE NON E’ LA FERRARI, NON ANCORA,MA LA STRADA PRESA E’ DECISAMENTE PROMETTENTE. ARRIVABENE, HA PORTATO INSIEME A VETTEL,ARIA FRESCA COMPETENZA E DETERMINAZIONE, CHE MANCAVANO DA UN PO’ DI TEMPO E SINCERAMENTE A ME PIACE ANCHE PER IL SUO MODO DI FARE, SENZA PELI SULLA LINGUA,SINCERO E UN PO’ GUASCONE QUANDO SERVE.

  3. Budel ma di cosa parla?Va bene il cieco tifo ma ha messo giù delle cose irripetibili…Mi dica quando Alonso arrivava secondo contro le RedBull (che facevano un altro sport) chi c’era a dirigere dal muretto…Domenicali era scarso ma Arrivabene non gli è da meno e non sta facendo nulla per prendersi la sua gloria…Vettel è terzo nei piloti e la Ferrari seconda.E’ un successo?Ma di cosa stiamo parlando?

  4. Il parere di molti addetti è quello che la Mercedes ha un potenziale enorme, che non ha mai fatto vedere veramente, ma che quasi sicuramente tale superiorità è in una condizione bordeline (ed anche oltre) dei regolamenti!
    E’ molto probabile che messi alle strette dalla faccenda della pressione di gonfiaggio scoperta a Monza siano stati costretti a “rientrare” !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *