“Tutte Alonzate”

Ha detto “geni” innanzi tutto, ma il punto non è questo e questa non è un’opinione pro Alonso. E’ uno scrittino assolutamente contro Alonso. Spiego. Avete presente la famosa regola d’oro di dire meno bugie possibili, sennò è un attimo che ti incarti? Ecco. Fernando ci ha dato due o tre spiegazioni diverse, che hanno solo fatto decollare la confusione. Una volta parla di Ricciardo in mezzo alla scia – che invece era Vergne, tra l’altro – poi invece c’era Rosberg, insomma semplicemente occasione persa.  Continua a leggere

Ferrari, questa non è più sfortuna

Quando nelle prime due file dello schieramento di partenza si piazzano Mercedes e Red Bull e le Ferrari sono nona e decima in qualifica non è il caso di parlare di sfortuna. Sarebbe più utile parlare di errore di valutazione in uno dei pochi sabati utili per cambiare il destino di una macchina così fragile nel giro secco. Invece no. Anziché sfruttare la variabile meteo Alonso e Massa sono incappati nella peggior qualifica dell’anno, proprio nel momento in cui era obbligatorio invertire al rotta. Continua a leggere

Ferrari, serve un passo avanti

Pochi gradi in più della temperatura dell’asfalto. Questo il fattore che ha distrutto dopo appena dodici giri la strategia della Ferrari. Gli uomini in rosso, Alonso compreso, erano convinti di avere tra le mani le carte utili per sorprendere la concorrenza, ma il finale è stato decisamente diverso. Sebastian Vettel ha accumulato prima e amministrato poi il suo vantaggio con facilità imbarazzante. Nemmeno l’ingresso della safety car lo ha messo eccessivamente sotto pressione. Continua a leggere

Seb e Nando, i soliti noti

Vettel contro Alonso è storia già vista. Il Mondiale vira verso un affare a due, 36 punti a dividerli che sembrano un’enormità ma, con 12 gare davanti, sono roba da poco. Sembrerebbe presto per escludere definitivamente Raikkonen e Hamilton, ma ci sono elementi che non giocano a loro favore. Raikkonen è straordinariamente costante, ma la Lotus non ha i mezzi economici per sviluppare la macchina per l’intera stagione. Hamilton deve misurarsi con una Mercedes ancora discontinua, in più il team deve affrontare il Tribunale Internazionale il 20 giugno, il che potrebbe determinare una dura punizione. Vettel e Alonso, dunque si misurano ancora, come già nel 2010 e 2012.  Continua a leggere

Alonso, terzo tempo e “lato” buono

Ha sbagliato all’ultima curva Fernando Alonso. Ma la sbavatura non compromette il risultato delle qualifiche. 3° tempo, seconda fila. Nando parte quindi sul lato buono dell’asfalto, quello che garantisce la migliore aderenza al via. Grazie alle penalizzazioni di Hamilton e Webber, Felipe Massa sale dalla sesta alla quarta piazza e domani parcheggerà la sua Ferrari vicino alla gemella di Alonso.
Insomma si tratta di un buon risultato pensando soprattutto a Raikkonen e Hamilton che partono dietro. Continua a leggere