Il Bernie attapirato

L’ex venditore di macchine usate che, dopo aver cambiato mestiere, ha guadagnato 5 miliardi e mezzo di Euro,  deve essere piuttosto attapirato. Motivo: la biografia “Non sono un angelo” uscita in Inghilterra in questi giorni,  che va un po’ troppo in profondità rispetto agli iniziali accordi con l’autore. L’Ecclestone che ne esce è  “spietato e pronto a distruggere ogni avversario” (come testualmente si legge), piegato solo una volta in vita sua e da una donna: quella Slavica Malic che, dopo aver chiesto il divorzio e averlo definito “nanerottolo”  in tribunale, riuscì a scucirgli 750 milioni di sterline.

Continua a leggere

Fermate lo spettacolo

Le cronache sono da brividi. Centinaia di persone ammucchiate in ospedale. Le più gravi hanno un letto, le altre attendono. In Bahrain c’è un conflitto in corso. La polizia spara, ha sparato su una folla di manifestanti disarmati. Moltissimi uomini ma anche donne e bambini. La Formula 1 discute se sia il caso o meno di andare a fare gli ultimi test e il primo Gran Premio di stagione in Bahrain. E’ indubbio che gli interessi, i soldi sprecati in caso di cancellazione della gara sono enormi. Ed è forse il motivo per cui ci sono delle resistenze a mettere una bella X sul calendario e partire dall’Australia. Continua a leggere

Alonso in montagna

Quanto vale questo primo gol di Alonso non lo dice tanto la classifica del Barhain (e del Mondiale). Piuttosto, serve osservare il tono umorale e muscolare della famiglia rossa. Certa di aver consegnato un enorme patrimonio tecnico, uno sforzo lungo, ad un vero capo. E’ questo, più che altro, il senso e il segno della vittoria di ieri. Un grande risultato – non certo decisivo visto il tono della concorrenza – che segna una svolta. Alonso ha già preso in mano gli uomini e la macchina. Parla, scherza, discute, carica. Continua a leggere

Scusate l’ignoranza

E’ vero, stiamo indietro nei giudizi e nelle analisi di fronte ai test delle nuove F.1. La ragione di questo atteggiamento sta nell’ignoranza. Una ignoranza peraltro condivisa con molti addetti ai lavori, tecnici dei team compresi. Motivo: nessuno sa dire o capire chi fa che cosa. Non a caso abbiamo avuto una quantità di piloti veloci un giorno e poi più. Certo, l’affidabilità si vede ma la prestazione per niente. La ragione sta in questo regolamento. In qualifica sarà possibile ottenere la pole senza benzina nei serbatoi. Ma le gomme usate in qualifica saranno le stesse utilizzate per l’inizio gara, quando nei serbatoi dovrà essere caricata benzina per l’intero Gran Premio, 150, 160 litri, diciamo.

Continua a leggere

Bravo Paracarro!

Ha ragione Ross Brawn: nemmeno un errore da Jenson Button in queste prime quattro gare. Ora, siccome abbiamo scritto proprio qui che le grandi macchine fanno sembrare grandi anche piloti di media taglia, possiamo onestamente riconoscere al Paracarro più bello del Mondiale qualche merito.

La misura può offrirla Barrichello che nelle stesse condizioni pare davvero un pensionato, poveretto, nonostante si ostini a raccontare che, se non fosse stato per la Ferrari, lui a Schumi gli avrebbe fatto un mazzo così. Continua a leggere