E adesso tocca a Bernie

Bernie Ecclestone, tocca a lei. Non si tratta soltanto di un auspicio. Crediamo che il tempo per fare la mossa decisiva sia giunto.

Il motivo è semplice: se Mosley non innesta una retromarcia clamorosa, i grandi costruttori escono dal Mondiale 2010. Tutti e certamente, visto il documento di ieri che sottomette l’iscrizione al prossimo campionato all’eliminazione del tetto del budget e ad ogni regola fissata dal presidente Fia in questi mesi.

Quindi, se Mosley tiene duro, il Campionato Mondiale di F.1 conterà cinque squadre iscritte, quasi totalmente sconosciute (se escludiamo la Williams) e probabilmente non tutte attrezzate.

La domanda, a questo punto, è molto semplice: quanto varranno i diritti di questo campionato? In pratica, quanto potrà incassare uno spettacolo del genere? Continua a leggere

Mosley frusta la Rossa

Mosley frusta le rosseA una certa età i riflessi non sono più gli stessi, si dorme sempre meno, cala la lucidità. Poco male. Non c’è nulla di sconvolgente nel fatto che, per dire, venga tolta la patente di guida o si consigli riguardo, buona alimentazione e tranquillità.

Il rischio è quello di non rendersi conto dell’età che avanza e, di norma, una buona controprova per verificarlo è osservare la reazione al più classico degli slogan come “Largo ai giovani“. Se il soggetto si indispettisce e fa l’offeso, il più delle volte, è già tardi.

Ecco, Mosley si indispettisce e fa l’offeso. Evidente controprova, appunto, che Max ha perso lucidità. Niente di male, come detto, considerando che va per i 70. Niente male, non fosse che dalla poltrona della Federazione Internazionale non sembra se ne voglia andare, quantomeno da vestito. Continua a leggere