De Villota, un incidente evitabile

La premessa d’obbligo è il rispetto per il dramma di Maria de Villota. Detto questo occorre sottolineare il cinismo delle squadre, che per qualche dollaro in più ingaggiano a vario titolo piloti che non hanno qualità e sostanza per guidare una macchina di Formula 1. Maria de Villota non dispone nemmeno della superlicenza per poter correre un Gran Premio, ma ha un portafoglio utile per indossare la divisa della Marussia. La Marussia appunto. Continua a leggere