Fernando, fenomeno raro

Quando ha debuttato in Formula 1 aveva 19 anni, i capelli corti e una faccia che sembrava troppo grande sul suo fisico da ragazzino. Oggi Nando ha fatto festa spegnendo 30 candeline con una chioma fluente, muscoli scolpiti dagli allenamenti e la consapevolezza di essere un uomo fortunato.

Una fortuna condivisa pure da chi ha che fare quotidianamente con lui , soprattutto quando da affrontare ci sono sentieri che danno l’impressione di non avere una via d’uscita. Continua a leggere

Dodici fastidi

Per Valentino Rossi è un anno difficile, una matassa, un gomitolo maledetto che si annoda di continuo. Punto. Partito alla grande in Qatar quella sera ci lasciava pensare ad una stagione come le altre. Che invece non è stata. Non si tratta di aver sottovalutato Lorenzo, si tratta piuttosto che Lorenzo è cambiato in un inverno, è maturato, si è reso sicuro di sè, del mezzo. Uno che sbagliava e cadeva, ha smesso di farlo, del tutto. E avercelo per compagno di squadra, forte così, è già una gran bega di suo.

Fastidio uno. Avere una moto messa a punto bene sempre e dall’inizio come fa lo spagnolo comporta che Rossi – che già dall’anno scorso in questo tipo di lavoro era più lento – si misuri con il fastidio due. Più adattabile Lorenzo, più perfezionista Rossi, il tempo passa e le pezze ce le deve mettere in extremis. Poi capita l’infortunio alla spalla, in vacanza, facendo cross. Continua a leggere