Red Bull, la resurrezione

Il genio del muretto ha colpito ancora. Dentro una stagione che alla Red Bull non aveva mai offerto gli ottimi segnali del recente passato, è stato ancora una volta Adrian Newey a rintracciare la formula del successo. Insomma alla Red Bull hanno avuto una velocità di reazione non comune, che poi Sebastian Vettel ha saputo scaricare sull’asfalto. Una resurrezione arrivata dopo la brutta figura rimediata a Monza, quando Alonso pareva ormai irraggiungibile.
Continua a leggere

Sarà vero?

La Formula 1 è un paese dove la verità è merce rarissima. Si mente spesso. Per evitare di scoprirsi di fronte agli avversari, celare una strategia, nascondere una nuova invenzione. Chi guarda è impotente, non ha i mezzi per sapere con certezza se l’interlocutore stia mistificando la realtà. Ha solo, costantemente, il dubbio come possibilità critica. Continua a leggere

Colpi di genio, colpi di sole

Allora, alla vigilia della Malesia, possiamo affermare almeno questo: la Ferrari ha messo in pista una macchina all’altezza. Della situazione e della tradizione.

Alcuni mesi fa Stefano Domenicali era trattato da molti, ferraristi, giornalisti, tifosi e anti ferraristi, come un pazzo incapace.

In quella situazione di pressione assoluta, tra risultati scadenti e le complicanze dovute all’incidente di Felipe Massa, decise di esporsi ad una gogna ulteriore decidendo di investire sulla nuova vettura e non più sulla vecchia, di portare avanti l’operazione Alonso tagliando Raikkonen e di salvaguardare Massa nei guai.

Continua a leggere