Aspettando un ruggito

di Alberto Porta

Dopo le grucce, il cruccio. Se senti Valentino che dice: “Senza quell’errore avrei potuto lottare per la seconda fila” hai già la misura di una situazione che sa di consapevolezza di (attuale) impotenza. L’autoesame è cominciato dopo Indianapolis, con messa a punto della M1 raddrizzata ma non centrata, e con la certezza che la spalla stava diventando il punto dolente e centrale delle preoccupazioni sulla condizione fisica.

Continua a leggere

Le prove dove sono?

Flavio Briatore radiato da ogni attività motoristica a tempo indeterminato, non potrà più nemmeno gestire piloti impegnati in gare ufficiali. Questa la decisione del consiglio mondiale Fia. Una condanna all’ergastolo, accanita, severissima. Ben più grave della squalifica per 5 anni inflitta al capotecnico Symonds mentre a Nelsinho Piquet che pure ha cospirato per produrre l’incidente volontario di Singapore viene garantita totale immunità.

Le prove? La Fia si è accontentata dell’ammissione di colpa offerta dalla Renault che diventa quindi la principale accusatrice del manager italiano. Il quale ha ora la sola possibilità di ricorrere presso al giustizia civile, cosa che farà senz’altro a brevissima.

Abbiamo ipotizzato che questo processo potesse somigliare ad un regolamento di conti. Questa sentenza per molti verso lo conferma. Abbiamo ipotizzato un doppio patto tra la Fia Piquet e la Renault. Questa sentenza non cancella il sospetto. Perché non contiene alcuna spiegazione, alcuna prova esplicita. Continua a leggere

Dovi, Come, quando…

Andrea Dovizioso a Grand Prix MotoDovi senza dubbio. Come: in televisione e sul sito. Quando: a partire dal Gran Premio di Spagna che si corre ad Jerez in maggio

Dovicomequando è una rubrica che Andrea Dovizioso ha deciso di continuare a tenere su Italia Uno in occasione di Grand Prix Moto che andrà in onda a partire dal 2 maggio, ma che avrà un’emanazione anche su questo blog.

Il concetto è semplice. Voi scrivete qui, a partire da ora, le domande per Andrea e lui vi risponderà in televisione. Andrea si è detto aperto e disponibile ad ogni tipo di domanda. La sua disponibilità è nota, a parlare di tecnica, di guida, del mondo delle corse che ormai vive e frequenta da anni. Continua a leggere