Rossi ci mette la faccia

Premessa:
1) Quello che guidava la Ducati prima di lui ora vola in sella alla Honda.
2) Il suo ex compagno di squadra con la sua ex moto è in testa al mondiale.
3) C’è un altro pilota italiano che va forte e rischia di rubargli la scena.
4) La miglior Ducati sulla griglia è quella di Karel Abraham, sesto.
5) Lui è 13°, staccato di 3 secondi e 761 millesimi dalla pole position, a un secondo e sei decimi dal sopracitato Abraham.

Purtroppo si tratta di Valentino Rossi, alle prese con il peggior fine settimana della sua carriera quando tutti eravamo in attesa di un altro sensibile cambio di passo. Continua a leggere

Chi mente, paghi

La Ferrari ha voluto ricostruire, tabulati alla mano, secondo per secondo, la storia delle comunicazioni tra muretto rosso e direzione corsa durante il Gran Premio di Gran Bretagna, domenica. Questa ricostruzione smentisce di fatto ciò che il direttore di gara, Charlie Whiting ha affermato nei giorni scorsi e chiarisce la dinamica di un atteggiamento che pare oggettivamente vessatorio nei confronti di Alonso e della Ferrari. Gli equilibri politici sono molto delicati così come le parole utilizzate dagli uomini di Maranello, molto attenti a non scatenare reazioni ulteriori. La Ferrari ha scelto una linea morbida, evita la polemica diretta. Continua a leggere

Tra i due litiganti, McLaren gode

Grazie di cuore per il regalo di oggi. Firmato McLaren, Lewis Hamilton, Jenson Button.

Destinatari del massaggio Red Bull e Ferrari che a Silverstone hanno fatto un altro bel passo per perdere il mondiale.

Diciamo che, in questa gara particolare, a Maranello sono in netto vantaggio. Colpa di Alonso che nella domenica buona per invertire la tendenza, sbaglia clamorosamente al via e poi, nell’ordine, si tocca con Massa, salta una curva e supera Kubica, non cede la posizione come richiesto da regolamento e becca un drive through. Continua a leggere

Nando vuole la “remuntada”

Rassegnato? Macché! Fernando Alonso ha intenzione di far partire a Silverstone la “remuntada“, proprio su una pista poco adatta sulla carta alle caratteristiche della Ferrari.

Visto il momento delicato fin dalle libere del venerdì, Nando ha preso per mano la squadra cambiando un poco il metodo di lavoro, macinando più giri per avere il maggior numero di dati a disposizione da analizzare.

Dopo le prime 3 ore di prova Alonso si era esposto raccontando che solo la Red Bull era superiore alla Ferrari nel giro secco, mentre il passo in gara è praticamente simile a quello di Vettel e Webber. Continua a leggere

Stoner è ancora prigioniero

Stoner può vincere la gara di Silverstone? Boh, forse anche sì. Ha toppato completamente la qualifica, il setting della moto a gomma morbida, ma in configurazione corsa, pur senza la sua solita schiacciante superiorità, non è comunque malissimo. Il caso però è rappresentato proprio dalle sue qualifiche.
La fame di velocità lo porta ad essere soddisfatto solo quando riesce ad entrare, ficcare un secondo al secondo, e mettersi a guardare l’effetto che fa. E’ la sua benzina. Che al momento pare esaurita. Continua a leggere