Azione e reazione

L’impennata messa sull’asfalto dopo la bandiera a scacchi è un segnale. Trattasi della replica alle complicazioni della vigilia. Valentino Rossi cerca di viaggiare sopra ai problemi e prova e spostare il limite un po’ più in là, già dal venerdì.

Una situazione inusuale per lui, così come è inusuale ciò che si ritrova ad affrontare in questa stagione anomala. Dolore prima di tutto, un male – quello alla spalla – subdolo e “bastardo“, mai provato prima dentro 15 stagioni in giro per il mondo.

Poi la concorrenza, nel senso di Jorge Lorenzo, pronta a rubargli la scena nel parco giochi preferito. Così Valentino ha provato a marcare subito il territorio, tanto per chiarire il concetto. Azione e reazione insomma. Continua a leggere