Poche balle

Se il venerdì conta come il due di picche o tutt’al più come i test invernali, parliamo d’altro nell’attesa delle qualifiche turche.

E cioè di Alonso che si dichiara senza problemi ballista (nell’intervista del collega di Repubblica, Marco Mensurati).

Bè: bene?! “Se qualche bugia mi serve per vincere non ho problemi a dirla davanti ai microfoni“. Continua a leggere

Prove di rivoluzione

Il comunicato emesso da Exor, vale a dire la finanziaria della famiglia Agnelli, e da New Corporation, vale a dire famiglia Murdoch, spalanca l’attesa bagarre sui diritti televisivi della Formula 1 ad un anno abbondante dalla scadenza del Patto della Concordia. Un patto che determina diritti e doveri delle parti in causa: Ecclestone come gestore del fondo CVC proprietario dei diritti, squadre e Federazione internazionale.

Continua a leggere

Rossi c’è?

“Cosa vi manca?” chiede Beltramo a Rossi dopo la gara. “Ci manca il telaio” , dice ridendo Rossi a Beltramo. Ora bisogna intendersi bene sul significato della battuta. In teoria la gara dell’Estoril era l’ultima della Desmosedici vecchia maniera. Quella col motore cattivo, con la botta di gas per le curve acrobatiche. Quella rigida rigida come una tavola. L’ultima gara di Rossi con sotto la moto moto fatta specificamente  per Stoner, che a lui è valsa un quarto posto provvisorio, diventato poi quinto, e definitivo, all’ultimo metro nella volata con Dovizioso. Dopo un settimo e due quinti posti Valentino è quarto nel mondiale a 34 punti da Lorenzo. Continua a leggere