Questa volta non vince nessuno

Bernie EcclestoneVeleni, accuse, ricorsi. Davvero non ne possiamo più. Il mondiale è partito. Hanno stravinto – da previsione – le Brawn Gp. Nel team hanno ovviamente il morale sulla luna, gli altri macinano rabbia. Ok questa storia l’abbiamo sentita tanto, addirittura troppo. Non facciamo i romantici, non scomodiamo Cenerentola e tutta la sua corte di banalissima retorica.
Hanno aggirato il regolamento; hanno approfittato di una lacuna, un vuoto; hanno interpretato meglio degli altri facendo valere l’ingegno (che poi in Formula 1 è virtù piuttosto gradita).
Continua a leggere

Hamilton, il mondo al contrario

Al di là della questione “fondo sospetto”, qualcosa sta accadendo in Australia. Davanti c’è la banda dei 6, con Rosberg leader. Con qualche infiltrato interessante, ad esempio Mark Webber e Sebastian Vettel. Il che segnala alta qualità in casa Red Bull, squadra che ha fatto reclamo contro Brawn, Toyota e Williams. E’ la prima sorpresa del 2009, ammesso che la prestazione abbia un seguito in qualifica, il che non è detto vista la quantità di benzina (minima) utilizzata nelle prime prove. Continua a leggere

Un Mondiale per 6

MOTORSPORT/F1 BARCELONA TESTS 2009
Barrichello? Button? Ma dai, con tutto il rispetto, non sono candidati credibili. Anche se in Australia, con il caos regolamenti che ancora domina, potranno fare l’iradiddio.

Piuttosto, dovendo buttare lì dei nomi per il titolo 2009, alla vigilia di gara uno, viene in mente tiutt’altro.

In ordine alfabetico Fernando Alonso, Lewis Hamilton, Robert Kubica, Felipe Massa, Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel. Sono 6 piloti, sono i piloti più dotati di talento e mezzi teoricamente adatti al raggiungimento del traguardo. Potete decidere voi in quale ordine sistemarli pensando ai vostri gusti, alle vostre valutazioni. Per completare il panorama vi offriamo qui qualche elemento utile, secondo il nostro giudizio, s’intende, quindi tutta roba relativa. Continua a leggere