Vince chi non va veloce

Vettel, Red Bull

Vettel, Red Bull

Vince chi non va veloce, poche storie. Chi ha tutto il tempo di progettare senza assilli,senza magari un mondiale da provare a portare a casa fino agli ultimi metri. Il vero problema è che ormai non c’è più tempo per perdere. Nessuno te lo concede più. Stop. E non solo in F1.

Sbagli la prima, è finita. La seconda sei più incasinato. La terza sei fregato del tutto perchè si uniscono mille motivi, un po’ di rogna e del gran nervosismo. E insomma la Red Bull, che è in effetti la Red Bull, può lavorare in santa pace e magari imbroccare la macchina e magari imbroccare la gara. Continua a leggere

Alonso e il natale in anticipo

Alonso e il diffusore Renault

Alonso e il diffusore Renault

Il retroscena non è male. Il nuovo diffusore Renault? Era atteso da Fernando tipo regalo di Natale.

È arrivato a Shanghai nella serata di venerdì e da lì è partita la vigilia, senza neve, albero e renne, ma con l’euforia di un 24 dicembre alle 23.59. Attenti ad aprire, si sarà mica rotto qualche pezzo nel viaggio. Ecco, ecco, fai piano. Mettilo lì.

Con Fernando che si è fermato fino a tardi nel box a vedere il montaggio della nuova creatura. Lui che poi, davanti ai microfoni, ha fatto un po’ quello stufo di parlare del diffusore miracoloso, se l’è seguito passo passo, con l’occhio sgranato del bambino che riceve esattamente ciò che vuole. Continua a leggere

Ferrari e Brawn: il tifo non c’entra

GP della Malesia

GP della Malesia

Proviamo a capire cosa è accaduto. Senza faziosità

La lettura dei molti commenti alla decisione della Fia, richiede forse qualche approfondimento. Provo, per punti.

1. Possiamo assumere l’ipotesi che Brawn o altri abbiano cercato e trovato soluzioni irregolari in passato ma non possiamo evitare di valutare questo caso rimandando a presunte magagne non rilevate. Non si tratta di fare il tifo o meno per la Ferrari. Ma se di fronte a questo caos ogni analisi pare di parte diventa impossibile parlarne.
Continua a leggere

Un Mondiale per 6

MOTORSPORT/F1 BARCELONA TESTS 2009
Barrichello? Button? Ma dai, con tutto il rispetto, non sono candidati credibili. Anche se in Australia, con il caos regolamenti che ancora domina, potranno fare l’iradiddio.

Piuttosto, dovendo buttare lì dei nomi per il titolo 2009, alla vigilia di gara uno, viene in mente tiutt’altro.

In ordine alfabetico Fernando Alonso, Lewis Hamilton, Robert Kubica, Felipe Massa, Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel. Sono 6 piloti, sono i piloti più dotati di talento e mezzi teoricamente adatti al raggiungimento del traguardo. Potete decidere voi in quale ordine sistemarli pensando ai vostri gusti, alle vostre valutazioni. Per completare il panorama vi offriamo qui qualche elemento utile, secondo il nostro giudizio, s’intende, quindi tutta roba relativa. Continua a leggere